Firmato l’accordo per anticipo cassa integrazione ai lavoratori Ipm di Mondovì COMMENTA  

Firmato l’accordo per anticipo cassa integrazione ai lavoratori Ipm di Mondovì COMMENTA  

Cuneo – Via libera per l’anticipo della cassa integrazione straordinaria ai lavoratori dipendenti dall’Industria Plastica Monregalese (Ipm) di Mondovì. E’ stato siglato in Provincia venerdì 21 dicembre il protocollo d’intesa che riguarda un numero massimo di 10 dipendenti della ditta specializzata in imballaggi e materie plastiche. L’accordo è frutto di un’intesa tra il territorio, la Provincia di Cuneo, il Comune di Mondovì e la Fondazione Crc. Il documento porta la firma dell’assessore provinciale alle Politiche del Lavoro Pietro Blengini, del direttore dell’Inps di Cuneo Santo Eugenio Delfino e di quello della Banca Regionale Europea Riccardo Chiapello, del segretario generale della Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo Fulvio Molinengo, del sindaco di Mondovì Stefano Viglione e del rappresentante sindacale Cgil, Gino Vennettillo.

“Ancora una volta interveniamo per alleviare la situazione dei lavoratori di un’azienda in crisi – spiegano la presidente Gianna Gancia e l’assessore al Lavoro Pietro Blengini – La Provincia, in accordo con le parti sociali e gli enti territoriali, ritiene fondamentale tale sostegno e con l’anticipo della cassa integrazione straordinaria rispondiamo in maniera concreta al disagio delle numerose famiglie coinvolte per attenuare l’apprensione sociale del territorio”.

L’anticipazione consiste in una somma mensile non superiore ai 650 euro per ciascun lavoratore per un massimo di 12 mesi. L’accordo prevede una suddivisione degli oneri economici della procedura tra Provincia, Fondazione Crc e Comune di Mondovì nella misura di 1/3 ciascuno. All’azienda si chiede di attivare percorsi di politica attiva del lavoro per il personale beneficiario dell’anticipazione. Saranno le organizzazioni sindacali ad illustrare ai singoli lavoratori ciò che dovranno fare concretamente per ottenere l’anticipo.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*