Fisco, Maradona rinviato a giudizio per diffamazione

Attualità

Fisco, Maradona rinviato a giudizio per diffamazione

Former Argentine soccer star Diego Armando Maradona listens to journalists' questions during a press conference he held to discussed his tax feud with the Italian authority, Rome, Friday, Feb. 14, 2014. As Italy's tax collection agency Equitalia is demanding him to pay off a tax debt of 40 million euros, Maradona, who was joined at the press conference by lawyer Angelo Pisani and member of European Parliament Enzo Rivellini, announced he appealed to the European Parliament to overturn this decision. Maradona's Italian debts stem from alleged unpaid taxes during the time he played for Napoli from 1984-91, when he helped the club win its only two Serie A titles. (AP Photo/Roberto Monaldo) ITALY OUT

Ancora guai con il Fisco per Diego Armando Maradona.

L’ex Pibe de oro, infatti, secondo quanto deciso dal gup di Roma, è stato rinviato a giudizio per diffamazione nei confronti dell’Agenzia delle Entrate.

Maradona, che sarà processato il prossimo 19 luglio, dovrà rispondere di alcuni interventi pubblici e interviste rilasciate tra il maggio e giugno 2012 in cui affermò di “essere “vittima di una persecuzione basata su documenti falsi e procedure irregolari” prodotte da Equitalia. L’ex giocatore del Napoli arrivò perfino a dichiarare di aver pensato di compiere un gesto estremo, come molti altri cittadini, a causa della situazione in cui si trovava.

Continua senza esclusioni di colpi. quindi, la battaglia tra Maradona e il Fisco italiano, una battaglia che si trascina dagli anni 80 e che ha visto episodi di vario genere, uno fra tutti il famoso gesto dell’ombrello dell’argentino contro Equitalia, nella trasmissione di Fabio Fazio Che Tempo Che fa.

2 Commenti su Fisco, Maradona rinviato a giudizio per diffamazione

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche