Fobie d’estate, ecco le dieci più comuni

Attualità

Fobie d’estate, ecco le dieci più comuni

fobia_insetti_N

Le paure irrazionali, i timori infondati che si trasformano in panico nei soggetti predisposti e più sensibili quando si trovano in situazioni particolari, a quanto pare non vanno in vacanza. Anzi, le ferie possono essere un’ occasione adatta a scatenare fobie e ansie legate più strettamente alla stagione estiva. Se non vengono tenute a bada, le fobie estive potrebbero anche rovinarci le vacanze. Ecco le dieci più comuni, che è bene conoscere per potersene difendere.

1) La fobia per il mare o per gli spazi pieni di acqua: chi soffre di tale fobia ha paura dell’ignoto e si sente minacciato da tutto ciò che lo rappresenta. Nei casi più gravi, il fobico immerge nell’acqua solo i piedi per non perdere il contatto con la terra (e quindi, simbolicamente, con la realtà);

2) La paura dello sporco (rupofobia): le persone vittime di tale fobia non riuscirebbero a stare in uno spazio aperto come campeggio o agriturismo, dove non vi può essere un pieno controllo della pulizia.

Questa fobia, se non controllata, rischia di sfociare in una vera e propria ossessione;

3) Altra fobia estiva è quella dell’altezza o dell’ambiente troppo vasto: in genere chi viene colpito da questa fobia e non riesce a superarla ha l’impulso di lasciare il luogo in cui si trova, e quindi il posto di vacanza;

4) Paura degli insetti e dei ragni (aracnofobia): le persone terrorizzate dagli insetti non potrebbero scegliere come meta vacanziera un campeggio o altri spazi in mezzo alla natura, privandosi del piacere (anche psicologico) del contatto con alberi e piante;

5) Fobia legata alla luce e al sole (fotofobia): ci sono alcuni soggetti allergici alla luce, sia naturale che artificiale. Più che di una fobia, in questo caso siamo di fronte ad un problema derivante dall’eccessiva sensibilità alla luce;

6) Paura o forte disagio nel trovarsi in spazi aperti come le piazze (agorafobia): questa fobia si ricollega strettamente agli attacchi di panico, che solo in Italia colpiscono ben 700 mila persone;

7) Paura delle falene, farfalle notturne (mottefobia): siccome questi animali si fanno vedere di notte, tale fobia è correlata alla paura di perdere il controllo di tutto ciò che è misterioso in quanto, appunto, immerso nelle tenebre;

8) Paura dei serpenti e dei vermi (ofidiofobia e scolecifobia): questi animali, in chi ne ha paura, rappresentano quello che non accettiamo di noi stessi (difetti e negatività) o della realtà che ci circonda;

9) La fobia di essere nudi o che altri lo siano (gimnofobia): la fobia legata alla nudità è sintomo di uno stato d’ansia a livello sessuale;

10) Paura di non essere considerati sul web o di essere ignorati sui social network: si tratta di una fobia “moderna”: chi soffre di tale fobia rischia seriamente di compromettere le vacanze, visto che si ha meno possibilità di stare al computer o sempre collegati.

E’ stata definita come una “bulimia digitale”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...