Fondi Idv: Maruccio si avvale della facoltà di non rispondere COMMENTA  

Fondi Idv: Maruccio si avvale della facoltà di non rispondere COMMENTA  

Roma – Vincenzo Maruccio, ex capogruppo Idv alla Regione Lazio, detenuto con l’accusa di peculato, si è avvalso della facoltà di non rispondere. Luca Petrucci, suo avvocato, ha detto: “Ci affidiamo alle indagini che saranno svolte dalla procura della Repubblica. Noi abbiamo già dato la nostra versione dei fatti e non avevamo altri argomenti da sottoporre all’esame dei magistrati. Saranno ora gli accertamenti disposti dalla procura della Repubblica a fornire gli elementi sulla posizione di Maruccio”.

”Maruccio ha già dato la sua versione che non è stata ritenuta credibile, quindi noi ci siamo avvalsi della facoltà di non rispondere” hanno spiegato gli avvocati Luca Petrucci e Maria Raffaella Talotta, lasciando il carcere.

”Ci affidiamo alle indagini della Procura e abbiamo preferito esercitare questo diritto. Abbiamo deciso di non chiedere la scarcerazione perché non si sono modificate le condizioni che hanno portato all’arresto dell’altro giorno. La situazione – hanno aggiunto – rimane immutata e abbiamo fatto ricorso al Riesame e quindi procediamo secondo il codice”.

”Maruccio rimane fermo sulle sue posizioni – ha precisato l’avvocato Talotta – le memorie difensive sono state depositate. Oggi d’altro canto, non avendo a disposizione gli atti depositati dal gip su cui è fondata l’ordinanza di custodia cautelare, potevamo semplicemente esercitare questa facoltà e confermare le dichiarazioni già depositate”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*