FONDI STRUTTURALI Cofinanziamento regionale COMMENTA  

FONDI STRUTTURALI Cofinanziamento regionale COMMENTA  

E integrato l’articolo 32, comma 4, della legge 183/2011 (legge di stabilita per il 2012) con la previsione
di un’ulteriore categoria di spesa da sottrarre alle regole del Patto di stabilita interno. In particolare,
sono escluse dal complesso delle spese finali delle Regioni, rilevanti per la verifica del rispetto
del predetto Patto, anche quelle effettuate a valere sulle risorse dei cofinanziamenti nazionali dei
fondi strutturali, limitatamente a un importo di 1.000 milioni di euro per ciascuno degli anni 2012,
2013, 2014. La disposizione in esame riguarda, in particolare, il Fondo per l’attuazione delle politiche
comunitarie di cui alla legge 183/1987, che provvede a erogare, alle amministrazioni pubbliche
e agli operatori pubblici e privati interessati, la quota di finanziamento a carico del bilancio dello
Stato per l’attuazione dei programmi di politica comunitaria. Lo stesso Fondo può concedere
ai soggetti titolari dei progetti compresi nei programmi operativi, anticipazioni a fronte dei contributi
spettanti a carico del bilancio delle Comunità europee. Per le Regioni dell’Obiettivo convergenza
e in regime di phasing in (dell’Obiettivo competitivita), l’esclusione e subordinata all’Accordo
fra il ministro per la Coesione territoriale e i presidenti delle Regioni interessate sull’attuazione
del Piano di azione coesione del 15 novembre 2011.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*