Formula 1: il ritorno di Hakkinen come ambasciatore McLaren

Motori

Formula 1: il ritorno di Hakkinen come ambasciatore McLaren

Formula 1: il ritorno di Hakkinen come ambasciatore McLaren
Formula 1: il ritorno di Hakkinen come ambasciatore McLaren

Il due volte Campione del Mondo Mika Hakkinen firma un contratto pluriennale con la McLaren: “Il team è casa mia. Voglio aiutarlo a ritornare tra i grandi”.

Sulla scia di Alain Prost con la Renault, nel 2016, Mika Hakkinen decide di ritornare in Formula 1 e di firmare un contratto pluriennale come ambasciatore McLaren. Hakkinen, 48enne, è stato il pilota di riferimento della scuderia di Woking, dal 1993 al 2001. E ha all’attivo due titoli mondiali conquistati nel 1998 e nel 1999. Ma d’ora in poi, il suo ruolo sarà diverso: affiancherà il direttore esecutivo Zak Brown e lo staff del reparto marketing. L’obiettivo? Consolidare i rapporti con i partner esistenti e cercarne, ovviamente, di nuovi. Inoltre, il suo lavoro si muoverà nell’ambito dell’Automotive insieme al responsabile Mike Flewitt e il suo team commerciale.

“Ho sempre considerato la McLaren come se fosse la mia casa – ha dichiarato Mika Hakkinen durante una recente intervista – Occupa un posto molto speciale nel mio cuore.

Tornare in squadra, perciò, è stata una decisione semplice, dal momento in cui non si sono persi i contatti. Certo, le ultime stagioni, per la McLaren, non sono state semplici. Ma credo ritornare al vertice sia solo una questione di tempo. E io cercherò di fare la mia parte fino in fondo per renderlo possibile, soprattutto perchè ho potuto vedere personalmente le basi che sono state gettate per la ripresa. Inoltre, mi entusiasma l’idea di occuparmi del prodotto. Anche io ho, nel mio garage, una McLaren. Ed è davvero superba. Ecco perchè sono estremamente convinto nella capacità del marchio”.

“Mika è uno dei mie eroi – ha dichiarato Zak Brown – Uno dei piloti più iconici e coraggiosi della storia della Formula 1. Le sue vittorie con la McLaren e le epiche battaglie con Schumacher sono una leggenda. Così come lo sono la sua calma, l’intelligenza e la saggezza che lo contraddistinguono. Sarà fondamentale per il ritorno alla competitività delle nostre vetture”. “Chi ha avuto il piacere di collaborare con Mika – ha chiuso Mike Flewitt – lo considera tra i più veloci della scuderia.

Qui è considerato e rispettato”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*