Formula 1, rullo di tamburi: si tolgono i veli alle nuove monoposto

Motori

Formula 1, rullo di tamburi: si tolgono i veli alle nuove monoposto

Dalle parole ai fatti. È iniziata la settimana cruciale per le presentazioni delle nuove monoposto. La nuova Ferrari si svelerà venerdì 24 febbraio.
Dalle parole ai fatti. È iniziata la settimana cruciale per le presentazioni delle nuove monoposto. La nuova Ferrari si svelerà venerdì 24 febbraio.

Dalle parole ai fatti. È iniziata la settimana cruciale per le presentazioni delle nuove monoposto di Formula 1. La Ferrari si svelerà venerdì 24 febbraio.

Proprio in questi giorni, la Formula Uno 2017 ha iniziato a svelare alcune delle nuove monoposto che saranno protagoniste nei Gran Premi dell’imminente stagione.

Il primo team a offrirci uno sguardo sulla sua vettura è stata la Williams con la sua FW40 che si presenta con ben due rendering. Solo immagini, per il momento, circolate su internet con un’anticipazione fatta da Autosport. Nulla di ancora tangibile. Si tratta di soluzioni tecniche indispensabili e adottate anche per celebrare i suoi 40 anni di storia con una ventata di innovazione. La presentazione ufficiale è prevista per il 25 febbraio prossimo, a due giorni dal via. A Barcellona, infatti, inizierà l’avvicinamento al primo Gran Premio di Formula 1 dell’anno.

Le prime a sollevare i teloni, invece, sono state la Sauber e la Renault.

La Sauber, in particolar modo, ha offerto soluzioni originali nella sua conformazione aerodinamica.

Mercoledì 22 febbraio, invece, uscirà allo scoperto la Force India Vjm10. E già il giorno dopo, i riflettori saranno puntati sull’asso della Mercedes tre volte Campione del mondo e seriamente intenzionata a proseguire nel suo agguerrito cammino. Soprattutto visto l’introduzione del nuovo regolamento e dopo il recente passaggio della direzione tecnica da Paddy Lowe all’ex ferrarista James Allison.

E la Ferrari? Non preoccupatevi. La Rossa si presenterà online in streaming venerdì 24 febbraio in mattinata. Dopo il collaudo, scenderà in pista a Fiorano con i due piloti Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen per un filming day. Il tutto, prima di caricare le vetture, baracca e burattini e partire in direzione Barcellona. Qui, si svolgeranno, appunto, i primi test collettivi della stagione, dal 27 febbraio al 2 marzo. Questa nuova vettura è stata ribattezza la “Ferrari di tutti” ed è la prima Rossa che viene al mondo dalla struttura orizzontale e con una forte connotazione tricolore voluta dallo stesso presidente Sergio Marchionne, nell’estate 2016, dopo il divorzio da Allison.

Ovviamente, c’è grande fermento e curiosità attorno alla nuova monoposto di Maranello.

E dopo le delusioni dell’anno scorso, nessuno tra gli uomini vestiti in rosso osa sbilanciarsi. Perché la scottatura brucia ancora. Soprattutto tra i tifosi che si stanno aggrappando alla speranza di un cambio regolamentare proprio per poter riavere quella Ferrari competitiva che abbiamo imparato ad amare. Una Rossa che dovrà riconquistare la sua gente una volta per tutte.

Nella stessa giornata di venerdì, a Woking, si alzeranno i veli anche sulla McLaren Mcl32. Si tratta della prima del post-Dennis. Infine, nella domenica 26, a Barcellona, il quadro delle presentazioni si chiuderà con la Red Bull RB13, la Toro Rosso STR12 e la Haas VF-17. E, con questo terzetto, saremo al completo.

Non resta che passare dalle parole ai fatti. E a scendere in pista per le prove collettive della nuova era della Formula 1. Una stagione che è stata tecnicamente rivoluzionata da parte della Fia. A questa, in molti fanno appello, nella speranza di diminuire il gap da una Mercedes che è ormai leggenda.

E con l’augurio di trovare una qualche soluzione originale. Ma soprattutto vincente.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche