Formula 1, Gp di Montecarlo: Button al posto di Alonso che volerà a Indianapolis

Formula 1, Gp di Montecarlo: Button al posto di Alonso che volerà a Indianapolis

Motori

Formula 1, Gp di Montecarlo: Button al posto di Alonso che volerà a Indianapolis

Formula 1, Gp di Montecarlo: Button al posto di Alonso che volerà a Indianapolis
Formula 1, Gp di Montecarlo: Button al posto di Alonso che volerà a Indianapolis

Negli USA, Alonso parlerà col team Andretti con cui correrà, il 28 maggio, la 500 Miglia di Indianapolis: "Vado a rinfrescarmi le idee".

Mentre la quasi totalità del Circus è rimasto in Bahrain per la prima due giorni di test, Fernando Alonso ha disertato. Il pilota spagnolo, infatti, è volato negli States per incontrarsi con il team “Andretti Autosport”, con il quale parteciperà, il 28 maggio, alla leggendaria “500 Miglia di Indianapolis“.

L’obiettivo di Alonso è quello di stabilire un primo contatto con i vari componenti della squadra. Ma soprattutto di prendere visione di alcuni dati telemetrici e di lavorare al simulatore della Honda. Una volta conclusa questa prima fase, si trasferirà a Birmingham, in Alabama, dove si terrà, nel fine settimana, la prossima tappa della Formula Indy. Per Alonso, si tratta di un primo passo per osservare, da vicino, le differenze con la Formula 1. E per iniziare a prendere un po’ più di confidenza con le Indycars.

Nei test in Bahrain, intanto, la McLaren sta schierando Oliver Turvey e Stoffel Vandoorne. L’intenzione è quella di risollevarsi dopo le scarse prestazioni e la povera affidabilità della power unit Honda.

Proprio quella stessa power unit che non ha nemmeno permesso a Vandoorne di prendere il via al Gran Premio del Barhain. E che ha poi appiedato lo stesso Alonso. Il commento dello spagnolo in corsa, infatti, è stato al vetriolo. “Non ho mai guidato in vita mia con un motore così poco potente“. Che sia questa una valida ragione per cambiare aria, cercando distrazione e riscatto in una nuova avventura con la 500 Miglia?

Jenson Button, residente nel Principato, pur lasciando il suo posto in McLaren al belga Stoffel Vandoorne, è rimasto comunque sotto contratto con la squadra. Ecco perchè, nel Gran Premio di Montecarlo, il pilota inglese sostituirà Alonso.

Le dichiarazioni di Alonso

Le sue parole prima della partenza sono state chiare e inappellabili: “Vado a vedere come funzionano le cose laggiù. E anche per rinfrescarmi un po’ le idee in merito. Mi si è profilata questa possibilità e l’ho colta. Voglio solo dimostrare di essere il pilota migliore.

Ma per farlo, dovrei vincere un mondiale in più di Schumacher, per raggiungere quota 8; oppure trionfare con categorie e vetture del tutto diverse tra loro. In Formula 1, la lotta, ormai, è tra Mercedes e Ferrari. Quando le luci rosse si spengono, ti senti motivato e sei pronto a combattere. Ma quando sei è così indietro lungo i rettilinei, non è nemmeno possibile godersi la lotta”.

Il Racing Director della McLaren, Eric Boullier, ha affermato che questa decisione farebbe parte di un piano per aiutare Alonso a bypassare l’attuale crisi di prestazioni e a firmare un nuovo contratto per il 2018. “Ognuno ha i suoi trucchi quando c’è da negoziare “, ha dichiarato il manager francese. La frustrazione di Fernando, infatti, è assolutamente visibile. Per comprendere la situazione che sta vivendo, sarebbe sufficiente riascoltare i suoi team radio durante l’ultimo Gran Premio.

24 Ore di Le Mans?

Per quanto riguarda, invece, i rumors circa la possibilità che Alonso abbia già sottoscritto un accordo con la Porsche per correre la 24 Ore di Le Mans il prossimo anno, una fonte all’interno del team McLaren avrebbe dichiarato: “No.

Non esiste alcun piano in vista per questo progetto. Si tratta soltanto di un’invenzione”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche