Fortissima scossa nel centro nord, magnitudo 5,8 COMMENTA  

Fortissima scossa nel centro nord, magnitudo 5,8 COMMENTA  

Collegamenti ferroviari in till tra Bologna ed i capoluoghi dell’Emilia, Milano e Firenze. Interrotta la circolazione viaria tra Bologna e Piacenza. L’epicentro a Medolla nel modenese, dove sono sepolti operai sotto le macerie di capannoni crollati. Situazione disastrosa. Un morto a Concordia, San Felice sul Panaro devastata col campanile crollato e decine di operai sotto le macerie. Le prime frammentarie notizie parlano di 6 operai morti , ma le linee telefoniche e le comunicazioni non sono attive e risulta al momento difficile fare un bilancio. Crolli anche nel mantovano;  il sismologo Marcellini parla di un’estensione del sisma davvero anomala e si dichiara sorpreso da questa ennesima forte scossa che va’ a colpire edifici e strutture già fortemente provate dalle oltre 100 scosse rilevate dal 20 maggio. Lo stesso vulcanologo ritiene che ci saranno ancora centinaia di scosse e parla di una guerra in corso, così e’ il terremoto, un nemico da combattere con prudenza, evacuazione, buon senso e soprattutto protezione civile.


Grande paura a Bologna, tante le scuole evacuate, danni ad alcune torri del centro storico e gente in strada che non riesce a mettersi in contatto con i propri cari.


 

 

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*