“Forza d’Urto”: in Sicilia nasce nuovo movimento dei cittadini

Catania

“Forza d’Urto”: in Sicilia nasce nuovo movimento dei cittadini

PALERMO – Il nuovo che avanza si chiama Forza d’Urto, movimento dei cittadini appena nato, per unire tutti i siciliani contro i poteri forti. Per il momento hanno aderito gli autotrasportatori dell’Aias con a capo il presidente Giuseppe Richichi, il “Movimento dei Forconi” guidato da Mariano Ferro, ma anche rappresentanti del mondo della produzione agricola, dei pescatori, degli indignatos siciliani, nonchè comuni cittadini. La prima forma della protesta sarà il blocco totale del trasporto in Sicilia: dalla mezzanotte di lunedì 16 alla mezzanotte di venerdì 20 gennaio. “Uniamoci tutti” cosi si è espresso il presidente dell’Aias Giuseppe Richichi, che ha invitato “studenti, operai, professionisti, pensionati” ad unirsi “per dire basta e riconquistare la nostra terra”. Perchè, ha ribadito Richichi “la protesta è l’unico sistema per indurre i politici a mettere in atto strategie, scelte e provvedimenti che possano realmente giovare al mondo della produzione e del trasporto”.

L’appello. “Il nostro appello è rivolto a tutti i siciliani- ha detto altresi Mariano Ferro del movimento dei Forconi – che vogliono combattere la politica corrotta e incapace, i sindacati imbelli, le associazioni finte, il caro carburante, le cartelle esattoriali con tassi da usura, l’arroganza delle banche, la burocrazia cieca e ottusa.

Per tutto questo invitiamo autotrasportatori, agricoltori, allevatori, imprenditori, commercianti, studenti, indignati e affamati a partecipare”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Loading...