Francesco Schettino è pentito: prega e legge libri religiosi

Attualità

Francesco Schettino è pentito: prega e legge libri religiosi

Tornano ad accendersi i riflettori su Francesco Schettino. Una coincidenza beffarda, proprio nel giorno in cui sono stati recuperati gli ultimi sei corpi dal naufragio della Costa Concordia del 13 gennaio scorso. Quello che è ricomparso in pubblico è uno Schettino profondamente cambiato, ovviamente pentito e pronto a rifugiarsi nella fede al punto da incontrare una volta ogni dieci giorni Don Francesco, il parroco della sua città, Meta di Sorrento, dove sta scontando gli arresti domiciliari, con le sole visite dei parenti più stretti, madre, fratello e sorella e la compagnia permanente della moglie Fabiola, che sembra aver dimenticato la mai chiarita storia di Domnica credendo alla versione del marito secondo cui il famoso bacio non si sarebbe mai consumato e la moldava è solo alla ricerca di pubblicità.

Ad affliggere il cuore di Schettino sarebbe in particolare il pensiero di Dayana Arlotti, la bambina americana sfuggita al controllo del padre il cui corpo fu ritrovato quasi un mese dopo il naufragio e le parole della madre della piccola che si era detta indulgente nei confronti del comandante (“Non lo odio, immagino come si sentirebbe se tutto questo fosse successo a sua figlia” aveva detto). Schettino leggerebbe libri sul perdono e sulla resurrezione dei morti: non dice di più il parroco, fedele al segreto della confessione, il resto se lo lasciano scappare i colleghi comandanti secondo i quali l’essersi sentito scaricato dai propri datori di lavoro è stato un duro colpo per l’animo ferito di Schettino, ulteriormente provato dalla visione dell’”Acchiappaschettino”, il videogioco in cui vince chi riesce a bastonare di più il comandante più tristemente famoso d’Italia.

Pentimento vero o semplice strategia in vista del processo? Spettacolarizzazione o dramma umano? Il dibattito è aperto, la risposta quasi scontata.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...