Francia e Germania: migranti in Europa solo se richiedenti asilo COMMENTA  

Francia e Germania: migranti in Europa solo se richiedenti asilo COMMENTA  

Con un comunicato congiunto diffuso questa mattina, Francia e Germania prendono posizione sul tema dell’immigrazione: accoglienza organizzata per tutti i richiedenti asilo in stato di manifesta necessità di protezione, ma espulsione immediata per i migranti irregolari.


Questo, in sintesi, il contenuto del comunicato.

L’attuale piano europeo di gestione della situazione comporta la ricollocazione di circa 40 mila migranti (di cui 24 mila sbarcati e, quindi, provenienti dall’Italia e 16 mila dalla Grecia) all’interno degli stati membri in base a criteri legati alla popolazione e alle possibilità di occupazione. Criteri che, peraltro, Francia e Germania hanno in parte contestato, evidenziando la necessità di tenere “maggiormente conto degli sforzi già compiuti dagli Stati membri”. Frase non del tutto chiara, secondo alcuni, al contrario del richiamo al regolamento di Dublino, il testo emanato dall’Unione Europea in tema di diritto di asilo che, nello specifico, rimanda allo stato in cui il richiedente asilo ha fatto il suo ingresso l’onere della valutazione della richiesta di asilo stessa.


Tutto, quindi, rimane sulle spalle dell’Italia: procedura di accoglienza, identificazione e esame delle domande di asilo.

Sull’argomento, il comunicato franco – tedesco richiama poi la necessità di adottare “tutte le misure giuridiche e finanziarie per rafforzare la sorveglianza delle frontiere esterne”, fino all’espulsione immediata dei migranti irregolari.


Nessun commento, al momento, da parte dell’Italia.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*