Francia: il Presidente Macron incontra i soldati francesi in Mali

Francia: il Presidente Macron incontra i soldati francesi in Mali

Esteri

Francia: il Presidente Macron incontra i soldati francesi in Mali

macron
macron

Il nuovo presidente francese Emmanuel Macron si è recato, oggi, in visita alle truppe francesi di stanza nella base militare di Gao, nel nord del Mali. La Francia è presente nel Sahel con l’operazione Barkhane, lanciata ad agosto 2014 per contrastare l’azione dei gruppi jihadisti nella regione. L’operazione, alla quale partecipano 4 mila militari, si estende a cinque paesi del Sahel (Mali, Niger, Burkina Faso, Ciad e Mauritania), con l’obiettivo di allargare il raggio di azione della precedente operazione, Serval, avviata in Mali nel 2013. Da allora sono 17 i militari francesi morti sul campo.

La visita

Una visita che Macron aveva già promesso in campagnia elettorale che lo ha portato all’Eliseo. Il presidente francese ha voluto così mostrare il suo sostegno alle truppe presenti nella regione.

Per questa sua prima missione extra-Ue sono state necessarie ingenti misure di sicurezza. “La Francia continuerà ad essere impegnata al fianco dei Paesi africani nella guerra contro il terrorismo“, ha detto Macron alle truppe francesi.

Il nuovo inquilino dell’Eliseo ha anche auspicato di “rafforzare i partenariati europei, in particolare con la Germania“, per quanto riguarda le missioni di pace all’estero. Macron ha reso omaggio al coraggio dei soldati francesi che lottano contro il terrorismo, il presidente però ha anche dichiarando che “l’antidoto al terrorismo passa anche attraverso la diplomazia, la cooperazione e lo sviluppo economico dell’Africa“, non solo armi quindi.

La fitta agenda di Macron

Previsto un incontro con la Merkel, il cui tema sarà quello di un “trattato riformatore” dell’Unione europea che preveda, almeno nell’idea del nuovo presidente francese: un budget, un parlamento e un ministro delle Finanze unico per tutta la zona Euro. Seguiranno altri importanti appuntamenti nel corso di questo primo mese, come il vertice Nato a Bruxelles il 25 maggio, dove è previsto anche un pranzo con il presidente americano Donald Trump e il vertice G7 di Taormina il 26 e 27 maggio.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche