Francia, si rifiuta di convertirsi all’islam, niente nozze con una donna marocchina COMMENTA  

Francia, si rifiuta di convertirsi all’islam, niente nozze con una donna marocchina COMMENTA  

Un giornalista francese si è rifiutato di convertirsi all’islam, per sposare la fidanzata marocchina. La conversione gli era stata chiesta dal Comune della banlieue di Parigi, che, a fonte del suo rifiuto, gli ha negato le nozze.


E’ stato lo stesso giornalista, Frederic Gilbert, a raccontare l’accaduto, dopo che gli è stato chiesto di esibire un certificato dal Consolato del Marocco per provare il passaggio all’islam . ”Ho rifiutato perchè e’ contrario allo spirito della Repubblica francese”, ha detto il mancato sposo.


La sharia, la legge islamica, vietato ad una donna musulmana di sposare un non musulmano, a meno che lui non si converta all’islam. Infatti per quest’ultimo i figli devono  “ereditare” la religione del padre. Invece la donna non deve necessariamente convertirsi per sposare un musulmano, ma può essere psicologicamente costretta a farlo, perché dovrà educare in modo “islamicamente corretto” i figli di un musulmano.


Se va un plauso al giornalista francese per aver rifiutato la conversione “a scopo matrimoniale”, ancora una volta in Europa assistiamo al buonismo e alla dhimmitudine, la sudditanza all’islam da parte di non musulmani.

L'articolo prosegue subito dopo

L’ha ovviamente dimostrata il Comune della periferia parigina dove volevano sposarsi lui e la fidanzata musulmana. Fidanzata musulmana per cui a quanto pare la conversione dell’uomo era del tutto indifferente per poterlo sposare.    

 

 

Leggi anche

Donna

Idee per bomboniere matrimonio originali

Il matrimonio è uno dei sette sacramenti della Chiesa cattolica, momento rilevante che unisce una coppia dichiarandola marito e moglie. Ecco le migliori idee per confezionare bomboniere originali. Matrimonio: effetti del Sacramento per la religione Leggi tutto

2 Commenti su Francia, si rifiuta di convertirsi all’islam, niente nozze con una donna marocchina

  1. Il comune chi chiede un " certificato di costume " rilasciato delle autorità marocchine ( equivalente del nulla osta per tutti i matrimoni misti) e sono le autorità marocchina che glielo rifiutano non essendo musulmano. Ecco la corretta informazione.

    • Abdel Mounaim, mi segui anche qui… Grazie della corretta informazione. Certo il Comune non poteva aver fatto tutto da solo. Fatto sta che si è adeguato e non è possibile che un Paese europeo si adegui ad una norma del genere.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*