Fukushima, governo spinge per centro temporaneo di raccolta delle scorie in loco

Nucleare

Fukushima, governo spinge per centro temporaneo di raccolta delle scorie in loco

fukushima satellite imageIl Ministro dell’ambiente del Giappone ha chiesto agli amministratori locali della Prefettura di Fukushima, la regione colpita dall’incidente nucleare dello scorso 11 marzo, di attivarsi per organizzare un centro di raccolta temporaneo delle scorie nucleari e di tutto il materiale contaminato a seguito dell’incidente alla cetrale di Fukushima Daiichi.

La notizia è riportata oggi, 29 novembre, dal quotidiano giapponese in lingua inglese Mainichi Daily News.

In un incontro con il Governatore della Prefettura, Yuhei Sato, e i sindaci delle diverse municipalità, Goshi Hosono, ministro dell’ambiente, ha chiesto formalmente che la struttura venga costruita nel territorio della provincia di Futaba: una posizione che, secondo il giornale, indica come l’esponente del governo di Tokyo veda come luoghi ideali, per ospitare i detriti derivanti dall’incidente, le città di Okuma e Futaba, le stesse che ospitano l’impianto.

"Le regioni dove le radiazioni annue superano la sogglia dei 100 millisievert sono concentrate in quella provincia, ed è difficile abbassare questi livelli seguendo i normali processi di decontaminazione”, ha detto Hosono in occasione di questi incontri. "Spero che vengano messi a disposizione i terreni necessari per realizzare un centro di raccolta temporaneo di questi detriti attraverso l’acquisto da parte dello stato o dei leasing a lungo termine”.

Il sindaco di Okuma, Toshitsuna Watanabe, si è detto disposto a considerare con attenzione quanto richiesto dal Ministro, sia pur facendo presente le incertezze esistenti tra i diversi amministratori a livello locale.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...