Fulvio Benelli licenziato: falsi servizi scoperti da Striscia

News

Fulvio Benelli licenziato: falsi servizi scoperti da Striscia

Fulvio Benelli licenziato: falsi servizi scoperti da Striscia
Fulvio Benelli licenziato: falsi servizi scoperti da Striscia

Dopo la vicenda di Fabio e Mingo, Striscia pone di nuovo l’attenzione sui servizi falsi.

Il tg satirico creato da Antonio Ricci ha smascherato servizi falsi anche su Rete 4.

L’inviato di Striscia Moreno Morello è riuscito infatti ad intervistare un attore pagato dal giornalista Fulvio Benelli per interpretare un rom in un servizio di Quinta Colonna e un estremista musulmano per Dalla Vostra Parte. Se aver architettato un servizio falso era costato molto caro a Fabio e Mingo, anche per Benelli il risultato non è stato differente: ad annunciare l’immediato licenziamento sono stati Claudio Brachino, direttore di Videonews, e Mario Giordano, direttore del Tg4.

“Con questi servizi – sottolineano Brachino e Giordano – Benelli ha ingannato la buona fede delle nostre testate, rischiando di recare un grave danno al lavoro sempre corretto e professionale della redazione e dei colleghi.” Licenziato quindi da Mediaset che con lui ha “interrotto ogni rapporto professionale”.

La notizia ha però creato polemiche e discussioni sui social dove si esprime solidarietà per Fulvio Benelli, considerato un capro espiatorio.

Le accuse sono dirette alla televisione che si nutre di falsi scoop e sono in molti a chiedersi se chi ha licenziato Fulvio Benelli non conoscesse e incoraggiasse il suo metodo di lavoro.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche