Fuori pericolo il bimbo in coma per un cerotto COMMENTA  

Fuori pericolo il bimbo in coma per un cerotto COMMENTA  

Il bimbo che ieri era stato ricoverato in coma per overdose da farmaco dopo che la nonna, per errore, gli aveva applicato un cerotto antidolorifico sul piedino a seguito di un taglio, ora è fuori pericolo.

“Il suo organismo sta smaltendo la sostanza”, ha spiegato Giorgio Ivani, primario del reparto di anestesia e rianimazione dell’ospedale Regina Margherita. Passato lo spavento il minore sta meglio e sta pian piano recuperando.

L’effetto del Fentanil, un oppiaceo che viene utilizzato in pazienti adulti con patologie croniche od oncologiche, sta esaurendo i suoi effetti. Per ora il bambino di tre anni e mezzo, ancora in stato confusionale, è ricoverato sempre in rianimazione ma entro sera sarà trasferito in un reparto subintensivo.

“Già da ieri sera respira da solo e una volta smaltito completamente l’effetto del farmaco, non dovrebbe riportare conseguenze neurologiche e anche fegato e reni dovrebbero tornare sani”, ha continuato il primario.

L'articolo prosegue subito dopo

Il segno di un secondo cerotto è stato riscontrato anche sul torace del piccolo, ma la forma non coinciderebbe con quello applicato sul piedino. “Il Fentanil – ha concluso Ivani – è cento volte più potente della morfina. Se non si fosse intervenuti ieri mattina, il piccolo avrebbe rischiato la depressione respiratoria e il conseguente blocco. Il problema è che lo ha tenuto addosso per molte ore”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*