Furbi del cartellino in Calabria

News

Furbi del cartellino in Calabria

cartellino
cartellino

Furbi del cartellino a Oppido Mamertina in Calabria. Continuano a essere scoperti casi di dipendenti comunali assenteisti in tutta Italia.

Un altro gruppo di furbi del cartellino nella pubblica amministrazione. Questa volta è successo in Calabria, ad Oppido Mamertina. Il gip del Tribunale di Palmi, su richiesta della Procura, ha notificato 24 misure cautelari, di cui 4 arresti domiciliari e 20 obblighi di presentazione.

Gli indagati sono stati considerati completamente responsabili. L’assenteismo è la principale accusa: i dipendenti comunali fingevano di essere in ufficio, ma erano in realtà al mercato a fare la spesa o a fare shopping o al bar. C’era perfino il classico membro del gruppo che si occupava di strisciare il cartellino di tutti gli altri. Alcuni non si preoccupavano nemmeno di fingere di essere entrati in ufficio. A fine mese, bastava entrare nel sistema informatico e registrare finte ore di lavoro.

Per tre mesi i carabinieri hanno filmato l’ingresso dell’ufficio comunale e i dipendenti che vi mancavano, registrando tutto.

Le forze di polizia si dicono molto preoccupate da questo tipo di atmosfera. Secondo il procuratore di Palmi, favoriscono una mentalità che porta a infiltrazioni mafiose e malavita. Allo stato, continua, servono quegli anticorpi, sanzioni e severità che mancano nella pubblica amministrazione e costringono le forze di polizia a intervenire.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...