Furgone contro la folla a Barcellona: almeno 13 morti, attentatori barricati in un ristorante

Esteri

Furgone contro la folla a Barcellona: almeno 13 morti, attentatori barricati in un ristorante

corpi speciali barcellona

Si parla di tre morti ma potrebbero essere una decina: attentatori barricati in un ristorante, forze speciali in azione

Sarebbero pronti ad intervenire i corpi speciali, che hanno circondato il ristorante all’interno del quale si troverebbe l’attentatore (o gli attentatori) responsabile del terribile attacco avvenuto nel pomeriggio di oggi a Barcellona. Un attentato terroristico, almeno stando alle ultime informazioni che arrivano dalla città spagnola, compiuto con un furgone lanciato a tutta velocità contro le persone che affollavano la Rambla, una delle vie turistiche più frequentate della città, travolgendone decine e lasciandone alcune a terra senza vita. Le ultime informazioni parlano di almeno tredici morti e venti feriti, ma il numero è ancora provvisorio e potrebbe crescere drammaticamente. Vi sono infatti alcuni filmati amatoriali realizzati pochi istanti dopo l’attentato che mostrano diverse persone a terra apparentemente immobili. Stando alle ultime informazioni, almeno due persone armate sarebbero trincerate all’interno di un ristorante turco del mercato della Boqueria, sulla Rambla, come riferito dalla tv pubblica Rtve. Non è chiaro al momento se abbiano preso degli ostaggi.

Le conseguenze dell’attentato, viale evacuato, chiuse le stazioni della metropolitana

E’ una città piombata in un incubo, Barcellona, dopo il drammatico attentato che l’ha colpita al cuore.

Secondo la tv pubblica spagnola Rtve oltre alle tre vittime vi sarebbero almeno venti feriti. Decine di ambulanze e mezzi della polizia si trovano sulla Rambla, completamente transennata ed evacuata. Sono state anche chiuse le stazioni della metrpolitana in piazza Catalunya e la polizia ha invitato i negozianti a chiudere in via precauzionale i loro locali. Infatti il conducente del furgone, dopo aver investito la folla, si è dato alla fuga a piedi abbandonando il veicolo, finito sulla parte centrale del celebre viale del centro di Barcellona, andando a schiantarsi contro un’edicola all’altezza dell’incrocio con Carrer Bonsucces.

L’Unità di Crisi sta lavorando per verificare l’eventuale presenza di connazionali in stretto contatto con il Consolato d’Italia a Barcellona. In un tweet la Farnesina ha confermato. Sempre su Twitter il premier Paolo Gentiloni sottolinea: “#Barcellona splendida e amica è sotto attacco Italia vicina alle autorità locali e spagnole. Pensieri rivolti alle persone colpite”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche