G20, Obama incontra la Merkel ma da buca agli altri leader europei COMMENTA  

G20, Obama incontra la Merkel ma da buca agli altri leader europei COMMENTA  

20120619-100519.jpg

Los Camos (Messico) – Barak Obama aveva, evidentemente, fretta di andare a letto avendo cancellato il previsto incontro con i leader di Francia, Germania, Italia, Gran Bretagna e Spagna previsto dopo cena. A dire il vero, un incontro con il presidente americano, la Germania lo ha avuto. Obama e la Merkel hanno colloquiato per una mezz’ora circa, prima del vertice ufficiale. Al centro del colloqui, riferiscono fonti tedesche, la necessità di una maggiore integrazione politica dell’Europa. Intanto, l’incontro saltato con gli altri leader, potrebbe essere recuperato oggi.

Leggi anche: Ecco cosa dice il nuovo accordo dell’OPEC


C’è uno ”schieramento forte” in Europa di paesi che sono a favore di politiche per la crescita ma ”è altrettanto chiaro che non abbiamo tutti con noi” ha commentato il ministro dello Sviluppo economico, Corrado Passera, in merito al mancato vertice di Obama con i leader europei. ”I dettagli non ci sono”, ha premesso intervenendo a ‘Radio anch’io’ su Radio1 Rai. ”Il portabandiera di questa posizione è la Germania”, ha spiegato, anche se la posizione del paese è dipinta quasi in modo caricaturale. Lo riporta l’Adnkronos. Secondo Passera al vertice messicano ”gli incontri devono aiutare a consolidare il fronte di tutti coloro che credono in politiche più attive per la crescita” e anche sul fatto che l’Europa possa ”garantire per se stessa” perché ”è chiaro che se questo non avviene può permanere l’incertezza per l’euro”. Riferendosi alla Germania, Passera rileva infatti che ci sono ”paesi che danno importanza esclusiva ai conti, il che è giusto, ma è chiaro che il disagio che cresce, soprattutto occupazionale, deve essere fronteggiato con politiche più attive”.

Leggi anche: Come trovare finanziamento più adatto con Miobando

Intanto in una bozza del documento finale del G20 si legge che i membri europei del gruppo del G20 adotteranno “tutte le misure necessarie” per proteggere l’integrità e la stabilità dell’eurozona.

“Di fronte alla ripresa delle tensioni di mercato, i membri del G20 dell’area dell’euro adotteranno tutte le misure necessarie per salvaguardare l’integrità e la stabilità dell’area, migliorare il funzionamento dei mercati finanziari e rompere il circolo vizioso fra fondi sovrani e banche”, è scritto nella bozza.

L'articolo prosegue subito dopo

Il documento finale del G20 accoglie positivamente il piano spagnolo di ricapitolazione delle banche e sottolinea l’impegno a lavorare di concerto con l’eurozona e il prossimo governo greco per mantenere Atene sulla strada delle riforme. Viene anche espresso il sostegno ad ulteriori sforzi d’integrazione dell’Europa.

Leggi anche

opec
Economia

Ecco cosa dice il nuovo accordo dell’OPEC

Dopo 8 anni l’OPEC ha trovato un accordo per la riduzione della produzione di petrolio: circa 1,2 mln di barili in meno al giorno. Coinvolta anche Mosca. L’OPEC, l’organizzazione dei Paesi esportatori di petrolio, ha appena siglato un nuovo accordo quadro. E’ la prima volta che accade una cosa del genere da otto anni a questa parte ed è un risultato arrivato al termine di una trattativa molto complessa, che vedeva contrapposti i tre principali produttori mondiali, Arabia Saudita, Iraq e Iran. In più, il nuovo accordo ha coinvolto anche Paesi che dell’OPEC non fanno parte, come la Russia. L’effetto Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*