Galan asporta i sanitari dei bagni della Villa confiscata, ed è polemica con i finanzieri

Galan asporta i sanitari dei bagni della villa confiscata, ed è polemica con i finanzieri

Attualità

Galan asporta i sanitari dei bagni della villa confiscata, ed è polemica con i finanzieri

L’ex governatore del Veneto, Giancarlo Galan, prima di abbandonare la Villa Rodella sui colli euganei, confiscata dal demanio in seguito all’inchiesta sullo scandalo del Mose, avrebbe asportato numerosi suppellettili e accessori della lussuosa dimora, fra le quali rubinetti e sanitari costosissimi, a mo’ di sfregio nei confronti di chi usufruirà della Villa dopo di lui. La dimora ottocentesca annovera ben otto bagni all’interno della sua imponente struttura, ed avrà sicuramente avuto un bel da fare, Galan, per asportare tutti i sanitari della sua ex dimora.

L’ex governatore è stato anche ministro per due volte, sotto il governo Berlusconi, ed è stato coinvolto nell’inchiesta per corruzione per la quale ha patteggiato, venendo condannato a due anni e 10 mesi e a una confisca di beni per un valore di 2,6 milioni di euro.

Dopo che si è diffusa la notizia delle asportazioni eseguite da Galan, l’ex governatore ha dichiarato di essere pronto a restituire il maltolto, e che si è trattato solo di uno spiacevole equivoco.

L’avvocato di Galan avrebbe difeso il proprio assistito ritenendo che Galan avrebbe equivocato il concetto di ‘arredi’, asportando materiale che non è ricompreso tra gli arredi dell’appartamento.

Gli inquirenti, per tutta risposta, avrebbero messo in evidenza che l’ex governatore non poteva ignorare che i sanitari asportati non rientrassero fra gli arredi asportabili: ‘Anche ammesso che Galan non lo sappia, difficile che il suo avvocato non conosca la definizione di arredo – affermano gli inquirenti -.

Più probabile che Galan abbia fatto di testa sua, senza avvisarlo, ma ben sapendo cosa stava facendo’.

Secondo i finanzieri, che hanno immortalato i locali ‘spogliati’ dei sanitari, Galan ha agito consapevolmente, anche perchè si è dotato di martello e scalpello, ricorrendo anche del probabile sussidio di una ditta per portare a termine l’opera, secondo quanto riportato da un articolo pubblicato su Repubblica. Adesso Galan, potrebbe essere condannato a risarcire il maltolto, e non si tratta di certo di una cifra da poco, vista la grande quantità di materiale asportato.

2 Trackback & Pingback

  1. Galan asporta i sanitari dei bagni della villa confiscata, ed è polemica con i finanzieri | Braincell
  2. Galan asporta i sanitari dei bagni della villa confiscata, ed è polemica con i finanzieri | Ultime Notizie Blog

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche