Gaza, Israele attacca via terra COMMENTA  

Gaza, Israele attacca via terra COMMENTA  

233129038-08e6f0a1-d6d8-4674-b4de-bd61d4c3a325

Carri armati, fanteria, artiglieria: è cominciata ieri sera la massiccia offensiva di terra che Israele aveva annunciato qualche giorno fa. Ci sono già delle vittime sia tra i civili che tra i militari. Il bilancio dei morti fino ad esso è davvero tragico: in undici giorni sono state uccise 252 persone, mentre i feriti sono quasi duemila.

Leggi anche: Il capo del Pentagono annuncia: ‘Usa in guerra contro l’Isis’


Lo scopo della missione “Protective Edge” israeliana è di distruggere i tunnel in cui Hamas effettua passaggio e stoccaggio delle armi. Le forze armate israeliane hanno annunciato in un tweet: “Sappiamo che i terroristi sono sotto terra, e lì li incontreremo”. Ulteriore obiettivo degli israeliani potrebbe essere quello di dividere in due la Striscia di Gaza.

Leggi anche: Valls attacca Marine Le Pen: ‘L’estrema destra può portarci alla guerra civile’


Dure le parole di risposta alle minacce di Israele da parte di Hamas: “Aspettavamo con ansia questa operazione di terra per impartire una lezione ad Israele, l’invasione è folle e avrà conseguenze terribili”.

Nessuna mediazione in vista e nessuna speranza di sedare il conflitto che, invece, sembra inasprirsi ora dopo ora.

Leggi anche

vincita-record-al-casino
Esteri

Vincita record di 43 milioni alle slot, il casinò non paga. Ecco il motivo

Quando ha letto la somma di denaro che aveva vinto alle slot non poteva crederci, ma tutti i sogni che pensava di poter avverare sono svaniti in pochi istanti. E' accaduto in un casinò di New York dove una donna, Katrina Bookman, ha deciso di trascorrere un po' di tempo alle slot machine spendendo qualche dollaro. Improvvisamente però la macchinetta ha annunciato non solo la vittoria ma anche una somma record, pari a ben 43 milioni di dollari. Katrina pensava di aver fatto la vincita più alta della storia e in quel momento, come da lei stessa raccontato e poi Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*