Gela, ancora un suicidio in carcere, il 31esimo da inizio anno

News

Gela, ancora un suicidio in carcere, il 31esimo da inizio anno

Un nuovo caso di suicidio in carcere riporta l’attenzione sul problema del sistema penitenziario italiano.
Protagonista un uomo di trent’anni, detenuto a seguito di una condanna per detenzione di droga e ricettazione, che si è impiccato mercoledì mattina, all’alba, nella sua cella nel carcere di Gela.


I dettagli dell’episodio non sono stati resi noti e, al momento, non si rilevano dichiarazioni ufficiali da parte della direzione carceraria.
Dell’uomo si sa che gli restavano da scontare due anni, ma la prospettiva di doverli trascorrere per forza di cose in carcere deve averlo travolto. Gli erano infatti state negate misure alternative a seguito del fallimento di un periodo di prova in affido ai servizi sociali.

L’associazione Ristretti Orizzonti, che si occupa delle condizioni delle carceri italiane, rileva la triste statistica che quello appena avvenuto è il trentunesimo caso di suicidio in carcere dall’inizio dell’anno. Numeri orribili, se si pensa che, tradotti in altri termini, significano un suicidio a settimana.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...