Gela, sciopero della fame contro lo stato: voglio giustizia - Notizie.it

Gela, sciopero della fame contro lo stato: voglio giustizia

Cronaca

Gela, sciopero della fame contro lo stato: voglio giustizia

E’ in sciopero della fame dallo scorso 19 aprile dopo che la sua azienda è stata dichiarata fallita per un debito di 37 mila euro, nonostante avrebbero dovuto liquidargli ben un milione di euro per lavori pubblici effettuati nella provincia di Carbonia, in Sardegna. Per questo Emilio Missuto, imprenditore edile di 39 anni, ha deciso di smettere di mangiare e protestare davanti al Tribunale della città siciliana dormendo in tenda oppure in automobile. L’uomo, che si è definisce “vittima della burocrazia e di uno stato iniquo e ingiusto”, è finito al pronto soccorso dopo 26 giorni di sciopero della fame ma, dopo la somministrazione di una flebo, lo ha ripreso e ora minaccia gesti eclatanti chiedendo alle istituzioni statali e alla magistratura “giustizia”.

Missuto ha intenzione di continuare lo sciopero finchè, racconta sulla sua pagina Facebook, “qualcuno delle istituzioni non mi riceverà e mi dirà cosa devo fare per risolvere il mio problema.

Spero di non dover ricorrere a qualche azione più eclatante come è successo alla famiglia di Vittoria” (che si è data fuoco per difendere la casa messa all’asta).

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche