Genitori rinunciano a cure mediche per il figlio, muore COMMENTA  

Genitori rinunciano a cure mediche per il figlio, muore COMMENTA  

Una decisione che ha sollevato non poche polemiche è quella di Herbert e Catherine Schaible, due genitori che hanno deciso, seguendo i dettami della propria religione, di non sottoporre il figlio a cure mediche necessarie perchè rimanesse in vita. Il piccolo di soli 8 mesi è morto in seguito al decorso della malattia. “Noi crediamo nella guarigione divina. Gesù ha versato il proprio sangue per la nostra salvezza, ed è morto sulla croce per spezzare il potere del diavolo. La medicina va contro la nostra fede religiosa”, hanno spiegato i due genitori agli agenti del distretto di Philadelphia.


Ciò che più sconvolge e stupisce è il fatto che non si tratta del primo figlio che la coppia perde per mancanza di cure: alcuni anni fa i due avevano lasciato morire anche l’altro figlio di 2 anni di polmonite.

Secondo i medici la malattia sarebbe stata facilmente curabili con gli antibiotici adatti ma i genitori hanno deciso di non intervenire e Kent, questo il nome del piccolo, non ce l’ha fatta.

Leggi anche

28 Commenti su Genitori rinunciano a cure mediche per il figlio, muore

  1. E' paradossale che uno Stato lasci liberi i genitori di scegliere se far curare il proprio figlio oppure no. Un bimbo è un portatore di diritti anche inconsapevole ed uno Stato ha il dovere di tutelare i diritti del bimbo, anche contro la volontà di chi l'ha messo al mondo e non lo ama.

  2. Anche lo Stato ci ha guadagnato: risparmiando nelle cure mediche o nei costi, a carico della collettività, dell’eventuale ospedalizzazione del minore. Per questo certi fanatici religiosi sono accettati, fanno cristianamente del bene alle casse pubbliche.

    • Ottima notizia! Viva la libertà di cura! anch'io ho deciso di liberarmi dalla malattia definita tecnicamente "stress cronico" con una cura nuova ma allo stesso tempo tradizionalista…una bella 44 Magnum!

  3. Di fronte a simili articoli mi sento di dire a quei due deficienti genitori: POVERI BABBEI!
    Certa gente va sterilizzata per il bene dell'umanità e le sette che se ne approfittano insegnando stronzate ai creduloni, vanno chiuse e combattute!

  4. Scusate ma se uno ammazza il figlio di botte, lo mandano nelle mani del boia e questi no? A be, questi lo fanno per convinzioni religiose. Facciamo così: la mia religione dice che se un genitore non porta il proprio figlio malato da un medico e lo fa morire, io gli debbo tirare una fucilata…………….e pure al giudice per la tutela dei minori!!!!!!!!!

    • una persona come grassino che offende senza ritegno dandomi dello psicopatico puo' essere solo uno zelante del cafonismo imperante

    • una persona come grassino che offende senza ritegno dandomi dello psicopatico puo' essere solo uno zelante del cafonismo imperante

    • i tuoi amici sulmonesi tacciono…..adesso testimonieranno quello che hanno letto di me scritto da te…..bella figura che fai….

    • Stefano Grassino (21 giugno 2013): Liana non crea nessun scompiglio. Il problema è che nelle discussioni entrano degli psicopatici, i quali una volta facevano parte dell'inquisizione mentre oggi, non potendo più esercitare ed essendo a digiuno di quella cosina che le bimbe portano sotto le mutandine, vanno in paranoia.

    • Liana non crea nessun scompiglio. Il problema è che nelle discussioni entrano degli psicopatici, i quali una volta facevano parte dell'inquisizione mentre oggi, non potendo più esercitare ed essendo a digiuno di quella cosina che le bimbe portano sotto le mutandine, vanno in paranoia.

    • qualsiasi religione quando sfocia nel fanatismo, è sbagliata, lo dice il senso logico di chiunque

    • Ogni vita è un dono e non ricorrere a mezzi attualmente disponibili per far sì che non finisca significa rifiutarlo.

    • Ogni vita è un dono e non ricorrere a mezzi attualmente disponibili per far sì che non finisca significa rifiutarlo.

    • Nel merito delle foto, grazie di cuore per avermi fatto ricordare i ns compagni anche se non tutti. Io per tua conoscienza sono il primo in piedi in basso a sinistra. in alto a sinistra Ottavio Tettamanti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*