Genoa-Inter: le probabili formazioni

Calcio

Genoa-Inter: le probabili formazioni

Dei vecchi tempi, quelli in cui Genoa ed Inter si sfidavano all’insegna di bel calcio e spensieratezza (i rossoblù) e scudetti in serie (Inter) non è rimasta forse neppure l’amicizia sul mercato, compromessa dall’affaire-Gasperini ed a rischio visto che anche il trasferimento di Kucka a Milano, che sembrava scontato fin da gennaio, è ora in pericolo. Per il resto l’attualità porterà a sfidarsi martedì sera nella partita dell’11° giornata non giocata lo scorso 6 novembre per i tragici e noti fatti dell’alluvione due squadre alle prese con tanti problemi. Tutto sta a vedere qual è il make up più riuscito, capace di mascherare i segni dell’età, nel caso degli ex campioni del Mondo, o di un progetto tecnico rimasto incompiuto in estate, soprattutto nel reparto d’attacco. La classifica regala un punticino in più a Malesani, ma gli ultimi due mesi di stagione sono trascorsi all’insegna del tormentone esonero, una settimana sì e l’altra pure.

Di sicuro l’appassionata Gradinata Nord non si fa più illusioni: ogni estate il giocattolo (doppio senso voluto) viene smontato e rimontato ma quest’anno qualche pezzo dev’essere rimasto nella scatola, se non proprio in fabbrica.

Ma paradossalmente senza pretese di classifica si può giocare più liberi: diciotto punti sono un bottino più che dignitoso, che dovrebbe permettere a Malesani di giocarsi la partita più a viso aperto rispetto al non gioco visto contro il Milan. Ma anche no: perché è vero che quest’Inter non è esattamente una squadra che fa paura ma la squadra di Ranieri ha palesato difficoltà davanti a difese schierate, in grado di far esaltare la macchinosità e la lentezza della manovra interista. Ecco quindi che lo spettacolo potrebbe non abitare a Marassi, dove tutta la pressione di dover vincere a tutti i costi spetterà ovviamente all’Inter: squadra e tecnico al momento non guardano la classifica ma serve continuità, di risultati visto che il gioco latita. Le assenze però sono ancora tante: non convocato Maicon, dopo un “giallo” che l’aveva visto inizialmente presente nella lista, ancora fuori anche Sneijder mentre l’ultimo forfait è quello di Ranocchia (stiramento, 2011 finito). Forlan andrà in panchina.

Uomini contati, quindi, e formazione quasi obbligata con la conferma di nove undicesimi che hanno superato la Fiorentina eccetto i cambi Cordoba-Maicon e Zanetti per Milito per una formazione che perde una punta a favore di un terzino: meglio non rischiare.

Confermato Faraoni a sinistra, Coutinho agirà al fianco di Pa zzini.Non sta meglio Malesani che ha perso Palacio: il destino infatti ha tirato fuori dalla partita i due protagonisti incrociati, oltre a Ranocchia. Pensare male sarebbe improprio, ma è davvero curioso che gli ex attuali e quelli forse futuri saltino regolarmente gli incroci del cuore, ogni anno: così dopo la “misteriosa” lesione al flessore nel finale della gara di Siena che tiene fuori Palacio, sarà out anche Milito, vittima di una distorsione alla caviglia contro la Fiorentina. Il Principe non riesce proprio a sfidare il suo Genoa a Marassi. Fatalità, ma chissà che a giugno non si lavori ad un clamoroso ritorno di Diego in rossoblù, non escluso da Preziosi. Sarebbe la prima mossa per ristabilire i bei rapporti di un tempo. E magari il resto verrà di conseguenza. Probabili formazioni. Genoa: S. Frey; Mesto, Dainelli, Kaladze, Moretti; M. Rossi, Veloso, Constant; Merkel; Pratto, Jankovic.

Inter: Julio Cesar; Nagatomo, Lucio, Samuel, Cordoba; J. Zanetti, Thiago Motta, Cambiasso, Faraoni; Coutinho; Pazzini.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche