Genova, condannato perché sputa addosso alla moglie

Genova

Genova, condannato perché sputa addosso alla moglie

Un genovese di 50 anni è stato condannato a sette mesi di reclusione, con la condizionale per aver sputato addosso alla moglie, avvenente e più giovane, dopo una litigata composta da insulti e urla. Secondo quanto raccontato dalla donna, l’uomo, rinviato a giudizio per stalking e maltrattamenti, l’avrebbe incontrata per strada mentre si stava recando a lavorare.

Il litigio a base di insulti, urla e sputi, alla fine della quale il 50enne l’avrebbe accusata di essere uscita di casa senza di lui, si sarebbe svolto in strada davanti agli occhi impalliditi dei passanti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*