Genova: in 5 mila per assistere al concerto di Laura Pausini COMMENTA  

Genova: in 5 mila per assistere al concerto di Laura Pausini COMMENTA  

Laura Pausini, dopo aver interrotto il tour a seguito dell’incidente mortale accaduto a Reggio Calabria durante la preparazione del palco, ha ripreso con Inedito Tour arrivando fino a Genova. Davanti ai cancelli del 105 Stadium della Fiumara i fan iniziano ad arrivare a scaglioni già alle ore 15.00, ben ore prima dell’inizio del concerto della cantante romagnola che è riuscita a segnare il sold-out. Se i fans hanno accolto la cantante molto calorosamente con striscioni, palloncini e cerchietti colorati, lo spettacolo è stato accompagnato da una grandissima coreografia dei suoi ballerini.


Italiani, spagnoli e qualche tedesco. Giovani, meno giovani, mamme e figlie e fidanzati in attesa dell’apertura dei cancelli. Noi c’eravamo.
Ci siamo avvicinati a Lucia, 39 anni di Molassana, che è venuta a sentire Laura con la figlia Anna di 10 anni: «Ascoltiamo le canzoni della Pausini assieme – ci hanno confidato – Soprattutto quando magari in casa si fanno le pulizie settimanali, mi vergogno un po’ a dirlo, ma capita che facciamo finta di stare sul palco con la scopa in mano».


Fuori dai cancelli ci sono anche Luis e Amanda, spagnolo lui, brasiliana lei. Si sono conosciuti a Roma in Erasmus e come ci hanno confidato «il loro amore è nato proprio sotto le note di Laura» mentre Sandro è venuto per fare un favore alla fidanzata Francesca: «Lei non voleva venire da sola e così l’ho accompagnata anche perché spesso e volentieri mi segue allo stadio per seguire la Sampdoria, anche se il calcio non le piace e stasera è stato il mio turno per ricambiare».


Incontriamo anche Chiara e Irene, rispettivamente di 13 e 14 anni, i genitori le aspetteranno all’uscita e hanno uno striscione che vogliono appendere dentro al 105 Stadium: «Non possiamo dire cosa abbiamo scritto ma speriamo che riesca e leggerlo e che le piaccia».

L'articolo prosegue subito dopo

E intanto ci fermiamo a parlare anche con Mariacristina, Gianna e Domenica. Sono coetanee, tutte 48enni, amici di lunga data e ognuna di loro ha un consorte le attende a casa. Hanno deciso di venire a vedere Laura, lasciando a casa i mariti, come la definiscono loro un’uscita per sole donne: «A loro non piace questo tipo di musica, si sarebbero solo che annoiati e quindi abbiamo deciso di venire noi a vedere Laura – spiega Domenica – Io è dal suo debutto che la seguo, Gianna e Mariacristina da poco dopo».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*