Genova in Musica

Musica

Genova in Musica

LA CLAQUE in agorà
vico san donato – genova
ingresso € 10

“Un’iniziativa speciale per far conoscere meglio una delle realtà umanitarie più importanti, che opera nel mondo da più di quarant’anni. La musica non è solo un mezzo di aggregazione e divertimento, ma può essere anche un ottimo veicolo d’informazione ed è per questo che abbiamo deciso di realizzare questo evento per Medici senza Frontiere”. In queste parole di Enrica Corsi, organizzatrice del Premio Bindi, c’è il succo e lo scopo del progetto che sabato 4 febbraio porterà alla Claque del Teatro della Tosse, a Genova, quattro eccellenti artisti per dar vita ad una serata di musica, poesia, impegno e solidarietà. Isa, cantautrice colta e popolare ad un tempo, il duetto Armando Corsi e Luca Poli, splendida chitarra e voce intensa in un reading ad hoc per Medici senza Frontiere, ed infine uno straordinario Peppe Voltarelli, cantante poliedrico reduce dalla conduzione delle serate del Premio Tenco all’Ariston di Sanremo, formano il poker irresistibile che promette una serata speciale per un’associazione umanitaria attiva in tutto il mondo, i cui rappresentanti saranno presenti nel foyer del locale, dove allestiranno anche una mostra “Volti di donne dalle crisi umanitarie”.

Medici Senza Frontiere (MSF) è la più grande organizzazione medico-umanitaria indipendente al mondo, creata da medici e giornalisti in Francia nel 1971.

Oggi MSF fornisce soccorso umanitario in più di 60 paesi a popolazioni la cui sopravvivenza è minacciata da violenze o catastrofi dovute principalmente a guerre, epidemie, malnutrizione, esclusione dall’assistenza sanitaria o catastrofi naturali. MSF fornisce assistenza indipendente e imparziale a coloro che si trovano in condizioni di maggiore bisogno. MSF si riserva il diritto di denunciare all’opinione pubblica le crisi dimenticate, di contrastare inadeguatezze o abusi nel sistema degli aiuti e di sostenere pubblicamente una migliore qualità delle cure e dei protocolli medici. Nel 1999 MSF ha ricevuto il premio Nobel per la Pace.

In data da destinarsi, salirà anche il coordinatore del gruppo MSF di Genova a portare testimonianza dell’attività dell’associazione negli angoli più sofferenti del mondo.
La mostra fotografica “Volti di donne dalle crisi umanitarie” sarà allestita a cura di MSF alla Claque, dove resterà dal 4 febbraio all’8 marzo, in un collegamento ideale con la festa della donna, per non dimenticare tutte le donne che vivono in prima persona le grandi tragedie dell’umanità e ne sono vittime e protagoniste, motore trainante e pilastro delle famiglie e al tempo stesso estremamente vulnerabili e costantemente sotto la minaccia di violenze.

Saranno in mostra fotografie di Jodi Bieber, Jonathan Boulet, Filip Claus, Cédric Gerbehaye, Ron Haviv, Benedicte Kurzen, Didier Lefevre, Fiona Lloyd Davies, Paolo Pellegrin, Pim Ras, Clement Saccomani, Sebastiao Salgado, Sven Torfinn, Petterik Wiggers.

Ma Premio Bindi è soprattutto musica, ed è con la musica che vuole contribuire all’attività di medici senza Frontiere. In attesa dell’uscita del bando 2012 del concorso per cantautori, che sarà on line dal 28 febbraio nel sito www.premiobindi.com, il direttore artistico Enrica Corsi, con la consulenza di Enrico Deregibus (che presenterà la serata), ha confezionato un evento di alto livello, portando sul palco genovese quattro artisti diversi tra loro e di grande qualità.

Leggi anche