Genova, Italia-Usa: gli Azzurri per gli alluvionati COMMENTA  

Genova, Italia-Usa: gli Azzurri per gli alluvionati COMMENTA  

Mercoledì 29 febbraio alle 20.45 allo stadio Luigi Ferraris di Genova si gioca la partita Italia-Stati Uniti: è la prima gara della Nazionale nel 2012 e il primo ritorno degli azzurri a Marassi dopo la brutta serata del 12 ottobre, quando il match di qualificazione agli Europei contro la Serbia fu interrotto a causa dei gravi scontri tra tifosi. Il ricavato della partità sarà devoluto a favore degli alluvionati in Liguria.

Leggi anche: Zuniga: “Il Napoli ha una tifoseria straordinaria”


Ecco la rosa dei giocatori convocati dal ct Cesare Prandelli:
Portieri: Buffon, De Sanctis, Sirigu, Viviano
Difensori: Abate, Astori, Balzaretti, Barzagli, Bonucci, Chiellini, Criscito, Maggio, Ogbonna
Centrocampisti: De Rossi, Marchisio, Montolivo, Thiago Motta, Nocerino, Pirlo
Attaccanti: Borini, Giovinco, Matri, Pazzini

I biglietti per l’incontro possono essere acquistati su internet o presso diversi punti vendita sparsi per la città: Duemila Grandi Eventi (via Archimede), Fnac (via XX Settembre), Sampdoria Point (via Cesarea), Acquario di Genova (Porto Antico), CTS Viaggi (via Colombo), CTS Genova Ibiscus (via Caffaro).
Questi i prezzi: tribuna inferiore 50 Eu (25 il ridotto), tribuna superiore 40 Eu (20), distinti 30 Eu (14), settori 5 e 6 e gradinate 10 Eu.

Leggi anche: Va a fare un colloquio di lavoro: non si aspetta di trovare lui come esaminatore

I biglietti ridotti sono riservati alle donne, ai ragazzi fino a 16 anni (nati dopo il 15 novembre 1995), agli over 65 (nati prima del 15 novembre 1946) e ai possessori della Card Vivo Azzurro.

Leggi anche

Robofriend
Genova

I robot del Salone Orientamenti

Si è svolta la settimana scorsa il Salone Orientamenti, la più importante iniziativa a livello regionale riguardo le opportunità formative e lavorative sul territorio, organizzato dalla Regione in collaborazione l'Università di Genova, la Camera di Commercio e l'Ufficio Scolastico Regionale. Tema di fondo di questa ventunesima edizione sono state le new skills, le nuove competenze richieste dalle aziende a livello europeo per le quali le istituzioni formative del nostro territorio hanno avviato da alcuni anni progetti innovativi. Non si tratta solo della formazione universitaria, il percorso comincia in maniera più incisiva nella scuola secondaria. Esempio di questo è l’iniziativa avviata Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*