Genova, prostituta 17enne reclutava clienti attraverso la chat di Badoo COMMENTA  

Genova, prostituta 17enne reclutava clienti attraverso la chat di Badoo COMMENTA  

Il Secolo XIX e La Stampa, nell’edizione odierna, danno notizia del fermo di una prostituta minorenne di 17 anni, segnalata dall’addetta alla reception di un albergo sito nel quartiere di Albaro, dedita ad offrire il proprio corpo a persone evidentemente più grandi di lei.

La donna era solita fissare gli appuntamenti attraverso la chat del noto portale di incontri, denominato “Badoo“. Da quanto trapela dalle prime indagini sul caso, la ragazza riusciva a realizzare ingenti guardagni attraverso l’attività di prostituzione, in buona parte condivisi con la madre.

Sono ben 12 gli indagati a vario titolo  (prostituzione minorile, detenzione di materiale pedopornografico e pornografia minorile) in merito alla diffusione e alla detenzione delle foto e dei filmati fatti recapitare ai clienti dalla giovane prostituta.  Secondo il magistrato che ha coordinato l’inchiesta, tutti i clienti conoscevano l’età della ragazza. L’accusa per la madre è di sfruttamento della prostituzione.

Leggi anche

Robofriend
Genova

I robot del Salone Orientamenti

Si è svolta la settimana scorsa il Salone Orientamenti, la più importante iniziativa a livello regionale riguardo le opportunità formative e lavorative sul territorio, organizzato dalla Regione in collaborazione l'Università Leggi tutto