George A. Romero, morto a 77 anni il regista del film “La notte dei morti viventi”

Cinema

George A. Romero, morto a 77 anni il regista del film “La notte dei morti viventi”

George A. Romero

Il mondo del cinema non piange solamente la morte di Martin Landau. Nelle ultime ore è scomparso anche il regista George A. Romero, reso famoso soprattutto per il film “La notte dei morti viventi”.

Il cinema piange la scomparsa di George A. Romero, morto all’età di 77 anni

George A. Romero si è spento all’età di 77 anni a Los Angeles, a causa di un tumore ai polmoni contro cui il regista ha cercato di lottare fino all’ultimo.

A rendere nota la notizia della sua scomparsa è stata proprio la famiglia del regista, che inoltre hanno fatto sapere che Romero se ne è andato sulle note della sua colonna sonora “Un Uomo tranquillo” di John Ford, uno dei suoi film preferiti. Fino agli ultimi istanti a rimanere accanto al regista sono state la moglie Suzanne Desrocher e la figlia Tina Romero.

Chi era George A. Romero e il sodalizio con Dario Argento

Romero è nato a New York, nel Bronx, da madre lituana e da padre cubano.

Il suo amore e la passione nei confronti del cinema è nata fin da quando era giovanissimo. Dopo aver concluso i suoi studi alla Carnegie Mellon University di Pittsburgh, nel 1960 ha cominciato a girare i suoi primi cortometraggi.

Il successo non tardò ad arrivare. Grazie ai soli 110 mila dollari raccolti insieme ad un gruppo di amici appassionati, Romerò nel 1968 riuscì a realizzare “La notte dei morti viventi” (scritto da lui stesso e da John A. Russo), uno dei film horror più celebri di tutti i tempi. Questo film ha ottenuto un enorme successo già negli anni Settanta e può essere considerato senza dubbio quello che ha portato alla nascita del genere zombie.

Dieci anni più tardi, nel 1978, arrivò “Zombi”, il secondo film della “Trilogia dei morti viventi”, che fu definitivamente completata nel 1985 con “Il giorno degli zombi”.

Oltre a questa splendida trilogia, ci furono anche altri titolo, che anche se non ottennero lo stesso successo, hanno costituito un patrimonio importante che Romero ha lasciato a tutti gli appassionati del genere.

Il regista, come è noto ai più, è rimasto molto legato a Dario Argento.

Un vero e proprio sodalizio che è nato a partire dalla collaborazione per il montaggio di “Zombi”. Ma i due hanno lavorato fianco a fianco anche nel 1990 in occasione del film “Due occhi diabolici”. Questa pellicola, dedicata ad Edgar Allan Poe, è costituita da due diversi episodi, ognuno diretto dai due registi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche