Germania: si dimette il capo dei servizi segreti accusato di aver protetto gruppi neonazisti

Roma

Germania: si dimette il capo dei servizi segreti accusato di aver protetto gruppi neonazisti

Heinz Fromm, capo dei servizi segreti tedeschi, sarebbe dovuto andare in pensione fra pochi giorni, ma prima della fatidica data , si è dimesso, dopo essere stato travolto da pesanti accuse; sull’intelligence di Berlino, di cui Fromm è attore protagonista, pende l’accusa di essere stata a conoscenza dell’esistenza del gruppo neonazista “Clandestinità nazionalsocialista”, responsabile della morte di 10 immigrati tra il 2000 ed il 2010, senza per altro fare nulla per impedire il massacro. Anzi, pare che addirittura i servizi segreti abbiano volutamente distrutto 7 faldoni, in cui erano state depositate le dichiarazioni degli informatori neonazisti. Aggiunge il carico è anche l’informativa spedita dai servizi segreti italiani nel 2003, secondo cui il gruppo “Clandestinità nazionalsocialista” avrebbe finanziato militanti del Sudtirolo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...