GermanWings, Andreas Lubitz non doveva volare COMMENTA  

GermanWings, Andreas Lubitz non doveva volare COMMENTA  

FILE - In this Sunday, Sept. 13, 2009 photo, Andreas Lubitz competes at the Airportrun in Hamburg, Germany. Investigators believe the 27-year-old Germanwings co-pilot locked his captain out of the cockpit during a March 24, 2015 flight from Barcelona to Duesseldorf and deliberately put the plane into its fatal descent into a French mountainside. (ANSA/AP Photo/Michael Mueller)

Andreas Lubitz, il co-pilota dell”Airbus della GermanWings che il 24 marzo fece schiantare il veicolo sulle Alpi francesi, non doveva più volare. Ma i medici omisero di informare la compagnia aerea tedesca delle sue condizioni di salute: Lubitz infatti “aveva problemi di vista e temeva la cecità”. Ad affermarlo il procuratore di Marsiglia, Brice Robin, dopo aver incontrato le famiglie delle vittime (144 passeggeri e 6 membri) dell’equipaggio a Parigi. Robin ha detto che nel mese precedente la tragedia, Lubitz, consapevole di soffrire di depressione, aveva consultato 7 diversi dottori ed era stato 3 volte da uno psichiatra. Risultato: alcuni dei medici consultati lo avevano giudicato psicologicamente instabile, se non addirittura inadatto a volare: “Purtroppo non lo hanno comunicato a causa delle norme sulla segretezza medica” ha chiarito Robin. Il regolamento l’agenzia Ue per la sicurezza aerea prevede che un pilota sia costantemente presente in cabina di pilotaggio, mentre il collega può uscire per “bisogni fisiologici” o motivi di servizio, ma dopo quanto successo è stato modificato. Troppo tardi, per chi era a bordo del volo Barcellona-Dusseldorf.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*