Gianna Gancia: “Agenda Einaudi tuttora la migliore per il Paese”

Attualità

Gianna Gancia: “Agenda Einaudi tuttora la migliore per il Paese”

Cuneo – “Un insegnamento tanto attuale quanto trascurato, dimenticato, rimosso addirittura: per questo abbiamo ritenuto di propiziare le Lezioni intitolate a Luigi Einaudi, nella convinzione che l’opera dello statista sia a tutt’oggi e tanto più oggi la miglior agenda possibile per il nostro Paese”. Così Gianna Gancia, presidente della Provincia di Cuneo, nell’annunciare la quinta Lezione “Luigi Einaudi” che si terrà lunedì 14 gennaio alle 18 al Centro Incontri della Provincia di Cuneo.
Dopo che era toccato a Giulio Tremonti, Alberto Quadrio Curzio, Francesco Forte ed Enrico Colombatto, relatore principale sarà nell’occasione Pier Giuseppe Monateri, che terrà un intervento dal titolo “Il Buon Governo. Ideale della Legge e Misure di Efficienza”. Relazione introduttiva a cura del professor Angelo Maria Petroni dell’Università La Sapienza di Roma, che sin dalla prima ora è direttore scientifico delle Lezioni Luigi Einaudi, istituite per volontà della Presidente della Provincia di Cuneo Gianna Gancia per onorare la memoria del grande statista ed economista della Granda, già Presidente della Repubblica Italiana dal 1948 al 1955.

Pier Giuseppe Monateri, professore ordinario di Diritto civile all’Università di Torino, è socio corrispondente dell’Accademia delle Scienze dell’Università di Bologna e membro dell’International Academy of Comparative Law.

Presiede l’Associazione Italiana di Diritto Comparato ed è membro del Direttivo del Centro Einaudi di Torino di cui dirige la rivista La Biblioteca della Libertà. Fra le sue pubblicazioni, La responsabilità civile (tomo del Trattato di diritto civile, 1998 e 2006), Black Gaius (2000), Il mobbing (con U.

Oliva e M. Bona, 2000), Digesto italiano (direttore generale della V edizione ipertestuale su cd-rom, 2000-2002), Globalizzazione e giustizia (con A.M. Musy, 2003), Le radici comuni del diritto europeo (con T. Giaro e A. Somma, 2005), Pensare il diritto civile (seconda edizione, 2006), La invención del derecho privado (2006), Methods of Comparative Law (2012).

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...