Giochi nuziali musulmani COMMENTA  

Giochi nuziali musulmani COMMENTA  


I matrimoni musulmani sono eventi sfarzosi che possono durare fino a tre giorni. I giochi sono spesso organizzati dopo il pasto, una volta che la cerimonia ufficiale è finita. Questi giochi sono stati adottati con il passar del tempo, nei vari paesi del mondo, ma non sono una parte ufficiale della tradizionale cerimonia islamica.

Leggi anche: Given2 il servizio migliore per la lista di nozze online


Nascondere le scarpe

Questo gioco, conosciuto come “Jutti Chupai”, è fatto quasi sempre durante i ricevimenti nuziali musulmani. Una volta che la cerimonia ufficiale è finita, le damigelle nascondono le scarpe dello sposo, quando sta cercando di andare via. Le donne chiedono dei soldi per restituire le scarpe. E’ un gioco leggero, che ha lo scopo di far trattenere lo sposo, per permettere alla famiglia della sposa di conoscerlo meglio.

Leggi anche: Il poliziotto e la richiesta di matrimonio al gay pride


Pescare l’anello

Ci sono due varianti di questo gioco. Nella prima, gli sposi mettono i loro anelli in una ciotola d’acqua, che viene agitata con vigore. Se l’anello della sposa raggiunge il fondo per primo, significa che sarà una moglie sottomessa, ma se ad adagiarsi per primo sarà l’anello dello sposo, allora sarà la moglie a portare i pantaloni. In un’altra versione, un anello viene messo dentro una ciotola di latte. La coppia fruga dentro il contenitore per ritrovare l’anello. Chiunque lo trovi per primo, avrà il “comando” del matrimonio.


Corde annodate

In una versione di questo gioco, la coppia deve slegare delle corde che vengono annodate attorno ai loro polsi. Il primo che ci riesce sarà il leader nel matrimonio. Un’altra variante di questo gioco consiste nel dare alla coppia una corda da snodare. Gli sposi devono lavorare insieme, usando una mano a testa per snodarla: si dice che più in fretta riusciranno a disfare il nodo, più facile sarà il loro matrimonio. Solitamente, il compito di annodare le corde viene assegnato alla sorella dello sposo.

L'articolo prosegue subito dopo


Andare a casa

Questo gioco si fa all’arrivo degli sposi a casa dello sposo. Le donne della famiglia dello sposo impediranno alla sposa di entrare in casa. Ella dovrà prima inchinarsi alla loro divinità, una montagnetta coperta. Quando la sposa si inchina alla loro divinità, le donne ridono. Il mucchio viene scoperto e rivela non una divinità, ma una montagna di vecchie scarpe. Questo è un gioco divertente, con il quale le donne danno il benvenuto alla sposa nella loro famiglia.

Dov’è il mio cuore

Gli sposi e altre coppie sposate stanno in ordine sparso, schiena contro schiena. Le donne chiamano il loro sposo, usando nomi di animali e frasi, senza mai pronunciare il loro vero nome. Se gli uomini rispondono alla donna corretta, formano la coppia e lasciano il gioco. Il gioco diventa particolarmente divertente, quando gli uomini rispondono alla donna sbagliata.

Tocca il mio cuore

La sposa e le donne della sua famiglia mettono le mani in un sari e le tengono in modo che lo sposo possa vedere solo un groviglio di mani. Lo sposo ha tre possibilità per indovinare quali sono le mani della sposa. Se non ci riesce, deve pagare una multa, solitamente in denaro, prima che la sposa gli venga restituita.

Leggi anche

Collane buoni propositi: i prezzi
Donna

Collane buoni propositi: i prezzi

Buoni Propositi è una marca di gioielli nata da pochissimi anni. In poco tempo è riuscita a conquistare moltissime donne. Ogni collana ha un ciondolo con un proposito diverso. Buoni Propositi è un marchio nato, precisamente, il 1 dicembre dell'anno 2014. Proprio durante il corso di un aperitivo, tra amiche, arriva l'idea dei 10 Buoni Propositi. Ogni anno, ognuno di noi, decide di fissare dei propositi da portare a termine. Per tale motivo, quale modo migliore per ricordarli se non attraverso dei gioielli? Quest'ultimi sono i migliori amici delle donne, sin dai sempre più antichi. Sia che si tratti di Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*