Giorgieness si racconta, ecco chi è Giorgia D’Eraclea

Musica

Giorgieness si racconta, ecco chi è Giorgia D’Eraclea

giorgieness

Giorgieness: "Sicuramente voglio riuscire a fare quello che c'è scritto sulla mia carta di identità quindi la musicista, il duetto della vita? Nick Cave!"

Quasi un metro e sessanta di carica e grinta, poi una voce davvero potente. Giorgia D’Eraclea, cantante del collettivo Giorgieness, è soprattutto questo. Conosciamo la musicista che è pronta a sfornare un disco nuovo e che, nel mentre, è in tour per l’Italia.

L’intervista a Giorgieness

Il 19 maggio è uscito il tuo nuovo singolo dal titolo “dimmi, dimmi, dimmi” ma cosa vuoi dirci esattamente con questa canzone?
In realtà non sono io che devo dire qualcosa, questa canzone è proprio una richiesta ormai esasperata, non arrabbiata ma più del tipo: “Che cosa vuoi ancora??”. Ecco questo è il senso di questa canzone. Il finale è esattamente il significato del pezzo.

Conosciamo tutti il progetti Giorgieness ma quanta Giorgia c’è sul palco, in studio e nei pezzi?
Nella mia parte di lavoro, e cioè scrivere e pensare a come deve essere il pezzo, c’è tutta me stessa. Io sono esattamente la stessa cosa. Poi per tutto il lavoro che c’è dietro con un sacco di altra gente, sia sul palco che fuori…e ora possiamo dir che finalmente ho trovato la definizione giusta per Giorgieness che è un collettivo, ci mettono tutti il 100%.

Quale artista ti ha influenzato di più? Chi ti ha fatto diventare la Giorgia che sei adesso?
Non lo so, io vengo da un ascolto particolare: da piccolina ascoltavo musica che forse era un po’ sui generis per la mia età, nel senso che mio padre ascoltava dai Pink Floyd a Bruce Springsteen e anch’io ovviamente ascoltavo di riflesso quella musica.

Poi c’è anche tutta la mia infanzia, ascoltavo Beyoncè, Britney Spears e tutti gli artisti a loro affini. Crescendo ho fatto il mio periodo punk e filo-metal come un po’ tutti. Dai 18 invece mi sono creata più un gusto musicale , il disco in realtà è stato influenzato da mille cose…non riuscirei a darti un nome di un’artista preciso.

Preferisci definirti più eclettica? Più indie? Più punk? Più Rock?…
Non lo so ma, sicuramente il disco che abbiamo fatto è decisamente rock, quello che sarà sicuramente avrà una struttura rock però andrà anche verso altre direzioni. Eclettica mi sembra un parolone, più che altro sono curiosa ecco…

Cosa vuoi fare da grande? In futuro speri di collaborare con qualcuno?
Sicuramente voglio riuscire a fare quello che c’è scritto sulla mia carta di identità quindi la musicista, il duetto della vita? Nick Cave!

Progetti futuri? Cosa ci dici sul disco nuovo?

Ho appena finito di scrivere il disco nuovo, ho davvero tanti pezzi e sono uscita dal momento depressione “Oh mio dio non ce la farò mai!” Entreremo in studio fra pochissimo, nel mentre faremo ancora un po’ di date e per l’autunno saprete tutto ecco..

Guarda la video intervista integrale per:
– Il gioco: Giorgieness, 10 cose su 10 artisti.

Scopri di più!
– Dimmi, dimmi, dimmi Live!

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche