Giornata contro la violenza sulle donne. Mattarella: “estirparla da società”

Cronaca

Giornata contro la violenza sulle donne. Mattarella: “estirparla da società”

Iniziative in più di mille Comuni, campagne di informazione e di sensibilizzazione, treni in giro per l’Italia che porteranno nelle stazioni messaggi in musica: la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, che si celebra oggi, si colora di miriadi di eventi grandi e piccoli su tutto il territorio nazionale. E non mancano le polemiche e le denunce.

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha mandato un messaggio in occasione delle celebrazioni: “Contrastare la violenza sulle donne è un compito essenziale di ogni società che si proponga la piena tutela dei diritti fondamentali della persona. L’educazione al rispetto reciproco, nei rapporti personali e nelle relazioni sociali, e’ alla base del nostro vivere civile. La violenza sulle donne e’ un fenomeno sociale ingiustificabile che attecchisce ancora in troppe realtà, private e collettive e nessun pretesto può giustificarla. Si tratta di comportamenti che vanno combattuti fermamente. Per estirparli, occorre agire sulla prevenzione, attraverso l’educazione dei giovani al rifiuto della violenza nei rapporti affettivi: amore e violenza sono tra loro incompatibili e non c’è rapporto che possa essere costruito sulle basi della sopraffazione”.

In Italia la situazione vede luci e ombre.

Gli ultimi dati dell’Istat dicono che nel nostro Paese circa 7 milioni di donne hanno subito violenza, fisica o psicologica, nella loro vita.
Una donna su tre della fascia di età compresa tra 16 e 60 anni. L’Unicef ricorda che una ragazza sotto i 20 anni su dieci è stata violentata o costretta a subire atti sessuali.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche