Giorno del Ricordo: l’assessora Mantini alla cerimonia di Fossano COMMENTA  

Giorno del Ricordo: l’assessora Mantini alla cerimonia di Fossano COMMENTA  

Cuneo – In occasione della commemorazione del Giorno del Ricordo in memoria delle vittime delle foibe, l’assessora provinciale Anna Mantini ha partecipato alla commemorazione che si è svolta a Fossano domenica 10 febbraio alla presenza delle autorità comunali e delle associazioni d’arma con i labari. Al termine della messa celebrata nella parrocchia di San Bernardo, Mantini ha letto la preghiera scritta nel 1959 dal vescovo di Trieste, mons. Antonio Santin. La cerimonia è proseguita con la deposizione di una corona d’alloro in prossimità della stele dedicata alla memoria di Norma Cossetto, martire, insignita di medaglia d’oro al merito civile alla memoria che nella motivazione ricorda “la giovane studentessa istriana, catturata e imprigionata dai partigiani slavi, veniva lungamente seviziata e violentata dai suoi carcerieri e poi barbaramente gettata in una foiba. Luminosa testimonianza di coraggio e di amor patrio”.

L’assessore Mantini ha ricordato tutte le vittime delle foibe e il genocidio di circa 15 mila italiani avvenuto tra il 1943 e il 1945 nei territori della Venezia Giulia, Istria e Dalmazia, oltre all’esodo forzato di oltre 350 mila persone costrette a lasciare la loro terra.

E’ stata l’occasione – ha detto l’assessora Mantini – per riflettere su una delle pagine meno note della storia contemporanea italiana. Oltre a ricordare le vittime delle foibe, abbiamo potuto approfondire una delle più complesse vicende storiche avvenute sul confine orientale e in particolare la tragedia del popolo istro-veneto, con l’auspicio che fatti come questi non abbiano mai più a verificarsi e venga salvaguardata in ogni parte del mondo la pacifica convivenza nello spirito della tolleranza e della pace”.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*