Giovanardi, non liberarate i due ragazzi dal Cie di Modena COMMENTA  

Giovanardi, non liberarate i due ragazzi dal Cie di Modena COMMENTA  

Modena, 13 marzo – Pluripregiudicati per aver commesso “gravi reati, parte della categoria di persone pericolose per l’ordine e pubblico e la sicurezza”, così, il senatore Carlo Giovanardi ha definito i due fratelli bosniaci Andrea e Senad di 23 e 24 anni. Ha presentato oggi un’interpellanza al presidente del consiglio dei ministri, Mario Monti, e al ministro dell’interno Anna Maria Cancellieri, per chiedere che Andrea e Senad rimangano rinchiusi al Cie di Modena. Il senatore Pdl ha reso note le motivazioni che il Giudice di Pace di Modena ha espresso, il 13 febbraio, per convalidare la richiesta del questore di Modena di trattenere i due fratelli bosniaci al Cie dopo che i loro genitori hanno perso il permesso di soggiorno. Luca Lugari, legale di Andrea e Senad, ha dichiarato che i crimini menzionati da Giovanardi non sarebbero altro che furti commessi quando i due erano ancora minorenni e per i quali avrebbero già pagato.


 


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*