Giovane muore in questura dopo essere stato arrestato COMMENTA  

Giovane muore in questura dopo essere stato arrestato COMMENTA  

Questura di Firenze
Questura di Firenze

Un giovane marocchino di 26 anni è morto nella cella di sicurezza della Questura di Firenze dopo essere stato arrestato.

Il ragazzo era stato arrestato dalla polizia ferroviaria nella notte con le accuse di rapina, aggressione e tentata violenza sessuale ai danni di una donna polacca.


Trasportato alla Questura in via Zara era stato messo in una stanza di sicurezza dove verso mezzogiorno avrebbe avuto un malore e sarebbe morto. Gli agenti si erano infatti accorti che il ragazzo non stava bene e respirava a fatica. Hanno quindi chiamato subito i soccorsi, che però non hanno potuto fare niente.


Il marocchino senza fissa dimora, era stato arrestato per aver importunato una donna polacca, compagna di un suo connazionale con i quali aveva trascorso la giornata. Quando si è visto respingere dalla donna l’ha picchiata e derubata del cellulare.


La tentata violenza è avvenuta quando l’altro giovane marocchino si è allontanato. Al suo rientro, informato dalla donna dell’accaduto, i due si sono picchiati e poi è intervenuta la Polizia.

L'articolo prosegue subito dopo


Sulla vicenda sarà effettuata un’autopsia e saranno svolte delle indagini per accertare le cause della morte, anche se sembrano essere cause naturali.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*