Giro d'Italia 2015: a Cervinia trionfa Aru - Notizie.it

Giro d’Italia 2015: a Cervinia trionfa Aru

News

Giro d’Italia 2015: a Cervinia trionfa Aru

Arriva con la diciannovesima tappa del Giro d’Italia 2015, Gravellona Toce – Cervinia, il giorno di Fabio Aru.

Dopo quasi sei ore e mezza, 236 km, 4800 metri di dislivello, 3 dure salite da 20 km l’una, il corridore sardo trionfa transitando da solo sul traguardo di Cervinia, festeggiando come chi la vittoria l’ha cercata con tutto se stesso.

Succede tutto negli ultimi dieci chilometri.

Prima, protagonista assoluto è stato Visconti, in fuga dopo 34 km, prima in compagnia di altri 9 corridori, poi sempre meno, fino a restare da solo e venire ripreso dal gruppo quando al traguardo mancano circa 13 km.

Con i fuggitivi davanti, in testa a tirare si mette l’Astana e, sulla salita del Col Saint – Pantaléon, la Tinkoff Saxo di Contador inizia a sbriciolarsi, finché con lo spagnolo non restano che Ivan Basso e Rogers.

Sulla salita verso Cervinia, la maglia rosa si trova nella morsa fra i due più temibili avversari, Mikel Landa e Fabio Aru.

Quando mancano circa 10 km all’arrivo, Landa prova l’allungo, Contador lo segue, Aru non reagisce subito, però si ricongiunge poco dopo.

Il sardo non sembra, sul momento, in giornata, ma smentisce tutti piazzando uno scatto al quale Contador decide di non rispondere, preferendo marcare il connazionale Landa.

Aru si alza sui pedali, prende subito 40 metri, si siede e rilancia di nuovo. Spinge, soffre, ma trova sempre le energie per scattare ancora, riuscendo a riprendere Hesjedal e Uran, in questa fase davanti a tutti. Li passa, loro ci provano a tenere il suo ritmo, ma oggi non ce n’è per nessuno e Fabio Aru cavalca da solo fino al traguardo.

Secondo Hesjedal a 27″, terzo Uran a 1′ 09″.

Il gruppo della maglia rosa, compreso Landa, si presenta con 1’18” di ritardo, e la classifica generale è ridefinita: Aru torna secondo a 4′ 37″, Landa terzo a 5′ 15″.

Non cambia molto, tutto sommato, ma resta la vittoria di Aru, gloriosa, guadagnata con gambe, testa e cuore.

Domani tappa Saint Vincent – Sestriere, altri 200 km con, nel finale, lo sterrato del Colle delle Finestre: l’ultimo palcoscenico per provare a mettere in difficoltà Contador.

1 Trackback & Pingback

  1. Giro d’Italia 2015: a Cervinia trionfa Aru | Ultime Notizie Blog

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche