“giù le mani dall’art. 18” oggi dalle 14,30 a Montecitorio COMMENTA  

“giù le mani dall’art. 18” oggi dalle 14,30 a Montecitorio COMMENTA  

Oggi dale 14,30  alle 19,00 appuntamento a Piazza Montecitorio si firma la petizione popolare per la difesa e l’estensione dell’Art 18.

L’art.18 va difeso in quanto espressione di civiltà. Fino ad oggi l’obbligo del reintegro di un lavoratore ingiustamente licenziato rappresentava la garanzia per ogni singolo lavoratore ed il fondamento per l’esercizio dei diritti collettivi di tutti i lavoratori, come il diritto a contrattare il salario e  condizioni lavorative dignitose.


Adesso il governo Monti è fermamente deciso a minare l’art. 18 dalle basi, a violentarlo senza alcuna remora.

Se venisse manomesso l’art. 18 ogni lavoratore sarebbe costretto a vivere in condizioni di ricatto e precariato, divenendo il licenziamento di fatto puro arbitrio del datore di lavoro.


Se venisse manomesso l’art.18 altresì verrebbero a mancare le libertà sindacali, cosa che è avvenuta con Fiat e sta avvenendo in questi giorni con il Policlinico Gemelli.


La raccolta firme che si svolgerà oggi chiede che che l’art. 18 non solo non venga manomesso, ma esteso a tutte le aziende, di ogni dimensione.

L'articolo prosegue subito dopo


licenziamenti articolo18oggi a montecitorio dalle14,30 alle 19,00 raccolta firme in difesa dell'art.18

Leggi anche

1 Commento su “giù le mani dall’art. 18” oggi dalle 14,30 a Montecitorio

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*