Giudice di Tel Aviv: le donne godono ad essere stuprate

Donna

Giudice di Tel Aviv: le donne godono ad essere stuprate

Hanno suscitato una vera e propria bufera mediatica le parole pronunciate da Nissim Yeshaya, un giudice della corte distrettuale di Tel Aviv, durante un processo in Tribunale. Il giudice presiedeva all’udienza per il caso di una ragazzina israeliana di soli 13 anni che veniva stuprata da un gruppo di palestinesi. Durante la trattazione della vicenda ha dichiarato (convinto) che secondo lui le donne godono ad essere stuprate. Dopo aver pronunciato queste infelici e scioccanti parole, il giudice si è subito scusato.

Non sono mancate aspre critiche e polemiche nei confronti del giudice (in primis il primo ministro Netanyahu), e più di un deputato ne ha chiesto il licenziamento. Nissim Yeshaya ha espresso la volontà di dimettersi proprio a causa delle conseguenze mediatiche della sua affermazione.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche