Giuliano Ferrara, Dario Fo ‘insopportabile trombone’ COMMENTA  

Giuliano Ferrara, Dario Fo ‘insopportabile trombone’ COMMENTA  

Intervistato a La Zanzara, su Radio 24, il direttore del Foglio Giuliano Ferrara ha parlato del Movimento 5 Stelle e di Dario Fo, che sostiene il movimento guidato da Beppe Grillo: “Quelli che votano Grillo sono i seguaci di una maschera, sono un po’ coglioni. Non lo dico con antipatia ma scegliere lui mi sembra una coglionata. Quando sento Grillo e la sua violenza, quando parla di marcetta su Roma e poi arrendetevi, vi apriremo come una scatola di tonno, e tutta quella roba muscolare e feroce mi fa rimpiangere Flaminio Piccoli, vorrei il ritorno della prima parte della Prima repubblica, con Fanfani e Moro vivo”.

Leggi anche: Beppe Grillo a Chiaiano: “La discarica è una porcata”


Parlando del premio Nobel, sul palco di piazza del Duomo insieme a Grillo, Ferrara non usa mezzi termini: “un insopportabile trombone, il Nobel è come una malattia che ti inoculano nel cervello e nella voce.

Leggi anche: Cicciolina: “La Raggi ha un atteggiamento da verginella”

Invoca il dopoguerra e la Liberazione, ma lui non era nella Repubblica di salò? Fo quando uno lo ricorda querela sempre. E poi negli anni ’70 fu uno spregevole fiancheggiatore delle Brigate Rosse, uno di quelli che attaccavano i magistrati che venivano rapiti, la pietà per il povero Pinelli diventava un’accusa per il commissario Calabresi.

E’ uno di quelli che sta sempre di lato e tromboneggia”.

Leggi anche

Referendum: Renzi annuncia le sue dimissioni
News

Referendum: Renzi annuncia le sue dimissioni, le reazioni del mondo

Referendum costituzionale: bocciata la riforma. Vince il NO. Matteo Renzi annuncia le sue dimissioni. Il premier Matteo Renzi ha telefonato al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, una volta confermato l'esito negativo del referendum, prima della conferenza stampa in cui ha annunciato le dimissioni. Prima della conferenza stampa ha inviato un tweet: "Grazie a tutti, comunque. Tra qualche minuto sarò in diretta da Palazzo Chigi. Viva l’Italia! Ps Arrivo, arrivo". Dopo la vittoria del No al referendum, con voce rotta dalla commozione, in una conferenza stampa a Palazzo Chigi che conclude con un ringraziamento a moglie e figli. Il popolo italiano "ha parlato Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*