Gli adolescenti e l'alcool - Notizie.it

Gli adolescenti e l’alcool

Salute

Gli adolescenti e l’alcool

Nella società contemporanea, nonostante i numerosi divieti di vendità di bevande alcoliche agli adolescenti, in molti paesi Europei, l’alcool è ormai uso costante tra i giovanissimi. Già al di sotto dei 15 anni si verificano casi di ragazzi che fanno uso di alcool anche in famiglia. Il genitore accetta l’abitudine di bere birra col figlio, sotto controllo, almeno in casa. Col passare del tempo però il figlio tende (anche se non sempre) a sfuggire alle regole del genitore, e a trasgredire alle stesse regole per condividere il “divertimento” con i pari. Troppo spesso il genitore non parla degli eventuali rischi di sovradosagio e dell’eventuale perdita di controllo che l’alcool induce.

Un genitore può cominciare a parlare di alcool al figlio già dagli 11-12 anni d’età. Lo Chief Medical Office raccomanda che il consumo di alcool non avvenga prima dei 15 anni. Tra i 15 e i 17 anni, il consumo di bevande alcoliche dovrebbe avvenire sotto sorveglianza del genitore, e l’ adolescente non dovrebbe bere più di una volta in una settimana.

Dall’età di 16 anni è preferibile che un’adolescente beva birra o sidro. Le cose importanti da dire ai ragazzi sono che minore sarà l’età in cui si inizia a consumare alcool, maggiori saranno le potenzialità di abusarne col passare degli anni. E’ importante non bere alcool prima della guida, (la legge italiana prevede pene molto severe al riguardo); gli effetti di sovradosaggio sono pericolosi: perdita di controllo, rischio di trovarsi in mezzo a risse pericolose, perdita di controllo riguardo al sesso, specialmente rischio di sesso non protetto che può portare a gravidanze indesiderate, rischio di essere derubati perchè non ci si accorge di quello che succede intorno…

Consigli per i genitori.

E’ consigliabile che un genitore non dica al figlio di “non bere per partito preso”, perchè si rischia l’effetto contrario per pura contaddizione adolescenziale. E’ bene invece sensibilizzare il ragazzo a non abusare spiegando i motivi reali.

Il genitore stesso deve dare il giusto esempio sul proprio consumo di alcool. Quindi attenzione alla quantità di cui si fa uso davanti ai ragazzi. Dire al figlio cosa deve fare nel caso in cui perda il controllo è comunque prevenire: stare vicini a un amico, chiamare un taxi o il genitore stesso e quindi non mettersi alla guida ma lasciare posteggiato il mezzo, informare sul primo soccorso in caso un amico si senta male dopo aver bevuto troppo, e su come ci si deve comportare. Informare il genitore su dove si va e con chi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche