Gli astemi tendono a morire più giovani

News

Gli astemi tendono a morire più giovani

Notizia shock per chi non beve alcolici. Pare infatti che questi siano tendenzialmente inclini a morire più giovane di chi, invece, è abituato a consumare bevande alcoliche. A sostenerlo è uno studio pubblicato di recente su una rivista scientifica in cui si parla proprio di questo argomento.

Escludendo le patologie al fegato, il rischio di incidenti mortali e le conseguenze legate agli eccessi, l’alcol potrebbe essere considerato un elisir di lunga vita. Lo psicologo Charles Holahan ha guidato la ricerca presso l’Università del Texas, monitorando per 20 anni un campione di 1824 persone di età compresa tra i 55 e i 65 anni. Coloro che si sono sottoposti allo studio erano divisi in tre categorie: bevitori forti, bevitori moderati e astemi.

I risultati hanno sorpreso tutti: il tasso di mortalità dei bevitori accaniti (60%) è stato infatti inferiore rispetto a quello degli astemi (69%). Le motivazioni di questo strano fenomeno sono state chiarite sul “Times”: chi beve in genere può permettersi di spendere soldi per uscire e appunto dedicarsi a questo tipo di piacere in buona compagnia.

Ciò significa che si vive generalmente in un clima rilassato, circondati di comprensione e affetto, e che si tende quindi a pensare di meno ai problemi che ci affliggono nel quotidiano.

1 Trackback & Pingback

  1. Gli astemi tendono a morire più giovani | Ultime Notizie Blog

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche