Gli effetti del tè allo zenzero COMMENTA  

Gli effetti del tè allo zenzero COMMENTA  

Lo zenzero è usato da lungo tempo in cucina e come bevanda. La pianta fu quasi perduta dopo la caduta dell’impero romano, dove era ampiamente usata. Tuttavia, fu riscoperta dagli europei e da allora è usata nel gingerino, nel pane, nelle torte, nei biscotti. Il tè è uno dei tonici più forti per i polmoni e il sistema respiratorio, ma ha anche molti altri usi curativi.


Circolazione

Migliora la circolazione. Un maggior flusso sanguigno sulla pelle aiuta per molti problemi circolatori alle mani e ai piedi. Il tè allevia anche la pressione alta.


Nausea

Lo zenzero allevia molte forme di nausea. E’ utile per combattere la nausea da viaggio e quella durante la gravidanza.

Febbre

Il tè allo zenzero incrementa la sudorazione, e abbassa la temperatura alta causata dalla febbre. Si può aggiungere fiore di sambuco o millefoglie per aiutare ad alleviare la febbre.


Dolori mestruali

Lo zenzero aiuta a rilassare gli spasmi muscolari che provocano i crampi. La tisana è anche utile per l’intero sistema riproduttivo.

Gingerolo

Lo gingerolo, una sostanza chimica presente nello zenzero, dà alla radice quel sapore piccante.

L'articolo prosegue subito dopo

La sostanza è responsabile delle molte proprietà curative dello zenzero grazie alla sua capacità di stimolare il corpo.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*