Gli effetti della Marijuana sul morbo di Parkinson COMMENTA  

Gli effetti della Marijuana sul morbo di Parkinson COMMENTA  

Un malato di Parkinson mostra con un video gli effetti della Marijuana sulla sua malattia

Sono in molti quelli che sostengono che la marijuana possa essere utile se usata per scopi medici e le campagne che ogni anno si impegnano, affinchè questa sostanza venga legalizzata, sono moltissime. Ian Frizell ha deciso di mostrare con un video gli effetti positivi che la marijuana ha sul suo disturbo: il Parkinson. Ian ha 55 anni e gli è stata diagnosticata questa malattia nel 2011, da allora ha fatto numerose cure e perfino un intervento chirurgico, volto a diminuire i sintomi di questa patologia, ma le sue condizioni sono comunque in via di peggioramento.


Grazie ad un impianto DBS, a cui è costantemente attaccato, i suoi tremori sono più controllati ma l’uomo decide di spegnere la macchina in diretta per mostrare quanto siano accentuati i suoi sintomi senza l’aiuto di questo fattore esterno. Frizell vuole dimostrare come invece l’assunzione di marjiuana aiuti ad alleviare i suoi problemi così ne assume in pochi grammi e aspetta che la sostanza faccia effetto.


Dopo 20 minuti i risultati sono sconvolgenti, i tremori sono svaniti e Ian può controllare senza problemi il movimento delle sue mani. Anche la sua voce ne ha tratto dei miglioramenti ed è capace di parlare senza esitazioni ad un tono di voce normale. Ian spera che il video faccia il giro del mondo e che possa essere un contributo utile per la legalizzazione di questa sostanza a scopi medici.


Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*