Gli Eiffel 65: i successi negli anni 90 e 2000 COMMENTA  

Gli Eiffel 65: i successi negli anni 90 e 2000 COMMENTA  

Gli Eiffel 65: i successi negli anni 90 e 2000

Gli Eiffel 65: il  gruppo musicale eurodance italiano nato nel 1998 negli studi della casa discografica torinese Bliss Corporation.

La formazione originale della band comprendeva il musicista Maury il front-man e cantante Jeffrey Jey e il disc jockey Gabry Ponte .


Il nome del gruppo è il frutto della scelta casuale di un computer che individuò da un elenco di possibili nomi la parola “Eiffel”, alla quale fu aggiunto solo per errore il numero 65.


Dopo il distacco di Gabry Ponte e la parentesi con i Bloom 06 che causarono lo scioglimento del gruppo nel 2006, nell’agosto del 2010 Maury e Jeffrey sono tornati a ricostituire il gruppo, inizialmente anche con Gabry Ponte e in seguito da soli.


I tre, che già avevano collaborato anche ad altri progetti interni alla loro casa discografica, fondano il gruppo nell’ambito della composizione di “Blue (Da Ba Dee)”, la canzone nella quale per loro stessa ammissione non nutrivano grandi speranze.  Il disco, pubblicato ad ottobre del 1998, e senza “deludere le aspettative” non riscuote successo. Cinque mesi dopo il disco viene recuperato dall’emittente lombarda Discoradio, una radio locale. E allora scocca la scintilla e “Blue” passa dall’anonimato alla fama nazionale. Sull’onda del successo viene pubblicata anche in Regno Unito, in Germania, in Francia, in Canada, in Australia, in Spagna, in Svizzera, in Austria, in Danimarca, in Russia, in Svezia, in Finlandia, in Norvegia, in  Grecia, in Belgio, nei Paesi Bassi, in Irlanda e negli Stati Uniti d’America. Brano che approda nelle varie classifiche e che ne raggiunge,  in molti casi la vetta.

L'articolo prosegue subito dopo


A questo primo singolo fa seguito Move Your Body, brano irraggiungibile nelle classifiche di vendita in molti paesi, composta da Domenico Capuano e dal DJ Roberto Molinaro, membri di casa Blissco. Il disco precederà l’uscita del primo album: Europop del 1999. Con questo album vendono più di 4 milioni di copie nel mondo di cui tre milioni solamente negli Stati Uniti (traguardo fino allora impensabile per un artista italiano).

I tre chiudono il millennio con Too Much of Heaven, una traccia estratta da Europop.

A questo punto per gli Eiffel inizia un tour mondiale che li porterà tra varie tappe, anche a Los Angeles.

Il successo mondiale della band viene confermato quando il brano “Blue (Da Ba Dee)” viene inserito nei cinque brani selezionati per la nomination “Best Dance Recording” ai Grammy Awards del 2001.

Nel 2002 esce il singolo Cosa resterà, brano che riprende in parte la linea melodica di Now Is Forever, una canzone contenuta in “Europop”, e che conferma la scelta di adottare nel cantato l’italiano alternato all’inglese come già è avvenuto per 80’s Stars.

Nel 2003  gli Eiffel 65 tornano sulla scena partecipando al Festival di Sanremo 2003. Il 5 marzo debuttano quindi al teatro Ariston con Quelli che non hanno età. Criticati e snobbati dalla giuria e dai media saranno proprio loro a salvare l’audience della trasmissione che raggiungerà durante la loro esibizione il picco massimo di ascolti.

I tre si classificano al 15º posto su venti artisti.

In concomitanza con il Festival di Sanremo, esce il terzo album della band intitolato semplicemente Eiffel 65 .

Il 16 maggio 2003 esce poi Viaggia insieme a me, una specie di ninna-nanna elettronica, che qualche mese dopo viene remixata addirittura da Roberto Molinaro in chiave Dance.

Nel 2004 viene realizzata una versione di “Eiffel 65” , versione che è destinata al mercato estero. Il disco invece verrà poi pubblicato solamente in Italia probabilmente perché giudicato non adatto al mercato straniero.

In estate esce infine la loro ultima canzone, Tu credi remixata da Roberto Molinaro e dal tastierista Maury, contenuta nel singolo di Voglia di Dance All Night.

Il 16 maggio 2006 il duo decide di lasciare dopo circa 14 anni la storica casa discografica torinese che li ha visti crescere artisticamente e che li ha formati : la Bliss Corporation. Il duo cambia quindi  il  nome alla band in Bloom 06, alla quale è dedicato il loro sito personale.

Nel frattempo continua il New Planet Tour che porta in giro per l’Italia e per il mondo la oramai nota band italiana.

Al nuovo album starebbero lavorando Jeffrey e Maury, come testimoniato da quest’ultimo sulla sua pagina Facebook, anche se al momento non ci sono date.

Il 12 settembre 2015, la band presente all’evento “Festa Della Birra 2015” a Torino e al Pala Nord Estate a Bologna, annuncia a fine concerto di lavorare ufficialmente ad un nuovo album sotto il nome degli Eiffel 65 senza il dj Gabry Ponte dal quale vi è stato un distacco per motivi di dissapore personale fra Maury Lobina e quest’ultimo.

Il trio, nonostante la riunione, nella maggior parte dei casi si presenta nella formula del duo per via degli impegni solisti da parte del DJ del gruppo.

Il 2 aprile 2016 al live club di Trezzo gli Eiffel 65 hanno suonato in anteprima il nuovo singolo annunciato dal titolo “Panico” in versione demo poi uscito nei vari digital store nella sua versione definitiva il primo di Giugno.

Il 2 giugno 2016, all’Orsa Maggiore Disco Club di Lecco, gli Eiffel 65 hanno annunciato la pubblicazione ufficiale di un nuovo album.

In una recente intervista su Tele Venezia gli Eiffel 65 annunciano l’uscita di un altro nuovo singolo a breve e la pubblicazione del nuovo album verso la fine dell’anno.

Leggi anche

About Chiara Cichero 1082 Articoli
Mamma, laureata, scrittrice incallita, ambientalista da una vita, esperta in Pnl, in comunicazione di massa e nel benessere emotivo. Maremmana per amore di questa terra tanto rigogliosa, fiorentina di nascita e di formazione. Blogger e redattrice on line, attualmente studentessa in Seo Web Marketing Specialist.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*